menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia scende in piazza per Willy Monteiro Duarte: manifestazione in centro

Dalla morte di George Floyd a quella del ragazzo pestato a Colleferro, appuntamento sabato 19 settembre: gli organizzatori sono gli stessi che a giugno si erano mobilitati a sostegno di 'Black Lives Matter'

Perugia si mobilita per Willy Monteiro Duarte, giovane pestato e ucciso dal branco in provincia di Roma nella notte tra il 5 e il 6 settembre. Sabato (19 settembre) è infatti in programma a Piazza IV Novembre (a partire dalle ore 15) una manifestazione "finalizzata a sensibilizzare l’opinione pubblica sui recenti fatti di Colleferro".

La manifestazione nasce dall'iniziativa di un gruppo autonomo di ragazzi di Perugia che, dopo aver organizzato a giugno una manifestazione a sostegno di Black Lives Matter e aver dato vita a mesi di incontri e riflessioni, come spiegano loro stessi attraverso una nota "tornano a unirsi pacificamente, per dare spazio e parola alle minoranze e gruppi sociali che sono oggetto di discriminazione. L’adesione alla manifestazione è libera e coinvolge i soggetti più diversi, dai privati cittadini alle associazioni".

Questo perché "i recenti fatti di Colleferro non possono lasciare indifferente la comunità di Perugia. Dopo aver mostrato sostegno verso i nostri fratelli e le nostre sorelle statunitensi per i continui episodi di police brutality e razzismo, culminati nell’omicidio di George Floyd, la morte di Willy Monteiro Duarte ci spinge a riflettere sul razzismo sistemico che dilaga anche in Italia, sulle profonde ineguaglianze che diventano ancora più laceranti nei contesti di marginalizzazione sociale, sull’accettazione silente o esplicita di certi estremismi di cui ancora la cultura italiana non si è liberata".

"Non è ammesso nessun episodio di violenza o disturbo pubblico - fanno sapere ancora gli organizzatori -: la manifestazione è rivolta a individui uniti per una causa specifica ed esclude ogni tipo di propaganda partitica. Tutti sono inoltre tenuti a rispettare l’obbligo di mascherine e le distanze di sicurezza. La manifestazione prevede una serie di interventi programmati: chiunque voglia condividere le proprie storie riguardo ogni tipo di discriminazione o fatti e argomenti che possano favorire la sensibilizzazione generale può contattare l’organizzazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linfoma di Hodgkin, nuova terapia di precisione contro il tumore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento