L'Umbria e l'America sempre più vicine: visita del Console alla scoperta delle nostre aziende virtuose

Si è conclusa nei giorni scorsi la visita del console onorario di Italia in South Caroline, Sergio Fedelini, che ha fatto tappa anche in Umbria per incontrare alcune aziende del territorio

Si è conclusa nei giorni scorsi la visita del console onorario di Italia in South Caroline, Sergio Fedelini, che ha fatto tappa anche in Umbria per incontrare alcune aziende che hanno interessi lavorativi negli Stati Uniti.

In particolare il console ha visitato la Umbra Group, riscontrandone l’avanguardia della propria produzione industriale, nonché la capacità di entrata nel mercato statunitense. Il console ha inoltre incontrato l’Associazione Piccole Medie Imprese dell’Umbria grazie a un incontro con il presidente dell’associazione, Mauro Orsini, e con alcuni  Imprenditori dell’associazione,  interessati allo sviluppo lavorativo ed aziendale in territorio americano.

La visita del console si è poi conclusa nel Comune di Spello dove è stato ricevuto dal sindaco Moreno Landrini il quale oltre, ad accompagnarlo in una  visita guidata della città mostrando le unicità storiche del territorio e le tipicità enogastronomiche  del territorio, ha dato avvio alle pratiche di gemellaggio tra le città di Spello e di Mount Pleasant in South Caroline, aumentando la presenza delle relazioni tra la nostra regione e lo Stato sud degli Stati Uniti con cui sono già presenti due gemellaggi tra  Spoleto e Orvieto rispettivamente con Charleston e Aiken.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 3 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • La Liguria ritorna in zona gialla mentre l'Umbria resta arancione: eppure i dati parlano chiaro, situazione migliore da noi...

Torna su
PerugiaToday è in caricamento