rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Attualità

Le Corti Perugia: nasce il villaggio dove giovani e anziani possono aiutarsi a vicenda

Sono 18 gli appartamenti messi a disposizione per l‘assegnazione di alloggi nell’ambito del progetto dell’edilizia residenziale sociale

Rigenerazione Urbana e benessere sociale, il Comune di Perugia prosegue con il programma di riqualificazione delle zone periferiche della città. Questa volta il nucleo di interesse è l’ex Tabacchificio denominato Le Corti Perugine, il progetto di edilizia residenziale sociale in via Cortonese individuato per la creazione di un “Intergenerational Housing Projects”. Il progetto è promosso dal Comune di Perugia in partenariato con il Consorzio abn a&b network sociale Società Cooperativa Sociale e Human Foundation Do&Think Tank per l’innovazione sociale. 

Edi Cicchi, assessore ai servizi sociali, famiglia, edilizia pubblica, pari opportunità del Comune di Perugia, spiega che l’idea è quella di creare un "villaggio intergenerazionale che metta insieme anziani e giovani capaci di tessere relazioni positive". La denominazione del villaggio spiega dunque le intenzioni del progetto: un aggregato abitativo, si evince dal bando, pronto a ospitare al suo interno diverse generazioni, dalle giovani coppie con figli alle famiglie monoparentali, dagli over 65 agli studenti. L’obiettivo è quello di promuovere vantaggi per tutte le età e agevolare processi di reciprocità, condivisione e scambio tra i residenti. Un piano sperimentale che vuole dar vita a una comunità sostenibile, favorire la partecipazione attiva della comunità intera e dare nuove risposte al fenomeno dell’invecchiamento della popolazione

Sono due gli avvisi pubblicati sul sito del Comune. Il primo dispone 12 appartamenti per i cittadini con età superiore ai 65 anni, che andranno a pagare il canone di affitto con uno sconto del 25%, mentre il secondo avviso mette a disposizione 6 appartamenti gratuiti per un anno per i più giovani, che dovranno occuparsi solo della quota per il condominio e delle utenze. 

Secondo Edi Cicchi "una volta la comunità si aiutava vicendevolmente e anche se i tempi sono cambiati vogliamo realizzare relazioni umane di scambio, proprio come avveniva nei paesi o nelle città in passato - continua Cicchi - i rapporti che si andranno a creare miglioreranno il benessere dell’anziano che ha bisogno di aiuto e al tempo stesso vuole mantenere l’autosufficienza". 

Intergenerational Housing Projects, conclude l'assessore, "è finanziato dalla presidenza del Consiglio dei ministri che ha destinato 150 mila euro per la prima parte del progetto, 400 mila euro per la seconda e un milione di euro per la parte conclusiva, utilizzati per finanziare gli alloggi e tutti quei servizi e attività che andranno a migliorare il benessere dei cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Corti Perugia: nasce il villaggio dove giovani e anziani possono aiutarsi a vicenda

PerugiaToday è in caricamento