VIAGGIO NELLE PARROCCHIE - San Mariano, 10.000 anime e due chiese, si va avanti con le piccole offerte della gente

Continua il nostro viaggio alla scoperta delle parrocchie, realtà profondamente coinvolte con il territorio in cui vivono, operano e annunciano il Vangelo

La parrocchia di San Mariano, che comprende le due chiese dei Santi Severo e Agata al Girasole e la chiesa di San Mariano, abbraccia un bacino di circa 10.000 persone.

Il parroco, don Roberto De Mauro, ha registrato dopo il lockdown dovuto al Covid-19 un ritorno sentito dei parrocchiani alle celebrazioni eucaristiche che, fin dallo scorso 18 Maggio, hanno preso a svolgersi nei giorni feriali nell’ampio piazzale antistante la chiesa nuova “pur avendo disposto nella chiesa tutto secondo le norme sanitarie richieste - afferma don Roberto. “Pensavo  che con la ripresa delle celebrazioni sarebbero tornate meno persone, ma la gente ha bisogno di Dio e ho ritrovato la comunità”.

Eppure i giorni delle chiusure sono stati difficili: “La gente non pensava alla vita della parrocchia, non usciva di casa, tutto si è fermato. Siamo rimasti in contatto tramite i cellulari, con i gruppi whatsapp, soprattutto per raggiungere gli anziani. Io stesso non ho ritenuto utile celebrare la messa in streaming, in quanto ho preferito che i parrocchiani seguissero quelle del Papa o del cardinale; dopo Pasqua però in tanti ne hanno fatto richiesta, e così abbiamo trasmesso le celebrazioni anche noi attraverso la pagina Facebook Amici della Parrocchia del Girasole e di San Mariano”.

Anche in questa realtà, come anche a Madonna Alta, sono aumentate le richieste di aiuto. “Un 30- 40% di nuovi poveri il Coronavirus li ha portati - commenta il parroco - abbiamo sostenuto le famiglie come abbiamo potuto, facendo ad esempio la spesa, pagando qualche bolletta. Il problema più grosso lo ha avuto chi vive di incassi quotidiani. Sono persone che hanno difficoltà a trovare il contante, i soldi per fare la spesa. In questa seconda fase - continua don De Mauro - le richieste sono un po’ scemate: molti di quelli che avevano necessità urgenti hanno riniziato a lavorare, ma resta un impoverimento di fondo e le famiglie fanno più difficoltà che nel passato. Del resto anche le donazioni non sono state esorbitanti: piccole donazioni, ma comunque di molti, che si sono preoccupati di sostenere i più deboli e questo qui accade da sempre, anche quando abbiamo costruito la nuova chiesa”. 

Se esista una soluzione a tutto questo, lo abbiamo chiesto al parroco di San Mariano: “Se non bypassiamo la paura e se non torna a girare l’economia, sarà un disastro. Chi era in procinto di fare un acquisto prima della pandemia, non ne farà due adesso… per cui anche chi ha un’attività commerciale ha subito una restrizione, è logico. 

Centri estivi e oratori

“Il nostro Grest accoglie in genere circa 120 bambini” - spiega il parroco - mi domando come faremo a farli impedendo ai ragazzi di giocare vicini e di abbracciarsi. Il Grest è un segno di aggregazione e comunione per la comunità, farlo rispettando tutte le limitazioni imposte dai protocolli, pur necessari, diventa un ammortizzatore sociale per le famiglie, non più un’esigenza spirituale. In questo modo si rischia di snaturare le nostre intenzioni, la stessa missione del GrEst...Diventa anche difficile coinvolgere la comunità: si pensi che dietro a un centro estivo ci vuole un esercito di persone. Noi non siamo una cooperativa che vende un prodotto e può pagare il personale… in queste condizioni per noi il centro estivo diventa un costo non sostenibile. In ogni caso, ce la metteremo tutta per andare incontro ai bisogni dei parrocchiani, per andare incontro ai più piccoli”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutti gli aggiornamenti sulle attività e la vita della parrocchia sono reperibili sulla pagina Facebook "Amici della Parrocchia di San Mariano e Girasole"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un borgo umbro tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • "Aiutatemi", ragazzo trovato nella notte legato a un albero: indagano i carabinieri

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Linea Verde Life fa tappa a Perugia ed elogia l’Antica Latteria di via Baglioni (le immagini)

  • Giovani coppie, single e famiglie con un solo genitore, dalla Regione quasi 4 milioni per l'acquisto della prima casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento