menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via della Viola, la vetrina dell'antropologo racconta il cenone di Natale e San Silvestro

Stavolta Baronti ha messo in vetrina – accompagnati da calici e bottiglie dorate – una serie di menù d’epoca, riferiti nello specifico alla Francia

Se è vero il detto “l’uomo è ciò che mangia”, la vetrina dell’antropologo Giancarlo Baronti, in via della Viola, racconta le abitudini alimentari di Natale e Capodanno più di… un saggio di etnologia.

Ormai la gente ha preso l’abitudine di fermarsi, accostarsi, ammirare quella piccola esposizione su temi di interesse generale, toccati con leggerezza e acribia scientifica.

Stavolta Baronti ha messo in vetrina – accompagnati da calici e bottiglie dorate – una serie di menù d’epoca, riferiti nello specifico alla Francia. Alcuni sono volantini o manifestini a stampa, altri sono scritti a mano. Quegli interessanti reperti d’antan raccontano minuziosamente portate, prezzi, cibi e bevande. E portano anche l’eco di costumi e consuetudini, in parte, ancora vigenti. Ad esaltare la gioia del “nunc est bibendum” e la speranza del venditore di almanacchi leopardiano.

Insomma: uno spaccato di storia, costume e società che arricchisce il sapere e stimola la curiosità. Uno dei prossimi temi trattati da Baronti sarà quello della pena di morte e della sua applicazione a Perugia e nel mondo. Aspettiamo con interesse.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linfoma di Hodgkin, nuova terapia di precisione contro il tumore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento