Domenica, 21 Luglio 2024
Attualità

Velocizzazione Foligno-Perugia, come l’araba fenice… Ora se ne parla come di una novità… vecchia come il cucco!

Velocizzazione Foligno-Perugia, come l’araba fenice, che ci sia ciascun lo dice, quando sia… nessun lo sa. Ora se ne parla come di una novità… vecchia come il cucco.

Questo il senso della critica di Alessio Trecchiodi, esperto di trasportistica, relativamente all’ennesimo annuncio – uscito sulla stampa nella mattinata di ieri – circa la velocizzazione della ferrovia Foligno-Perugia-Terontola.

Cosa c’è che non va in questo annuncio?

“È una vecchia storia, quasi una favola, che si protrae da quando alla Regione c'era la Lorenzetti: si tratta di un progetto che il Ministero finanziò per 52-58 milioni di euro”.

Ci fu l’interessamento di soggetti locali?

“Sì: dopo la presentazione del progetto preliminare, ci fu un finanziamento dalla Fondazione casse di risparmio per circa (credo) 4 milioni di Euro”.

Avesti personalmente un qualche ruolo nella faccenda?

“Il sottoscritto, in qualità di presidente del comitato "Ultimo Treno ", e il professore Pannacci ci recammo (anno 2009) a Firenze per parlare con l'autore del progetto di velocizzazione, ossia l'ingegnere Tartaglia”.

Cosa ne venne fuori?

“Il progetto comprendeva anche la fermata per l'aeroporto, che doveva sorgere tra Collestrada e Ospedalicchio”.

Perché?

“Perché volevamo sapere dall'ingegnere se la tratta Ponte S.Giovanni-Foligno poteva essere funzionale al progetto di una nuova Ancona-Roma, deviata da Fossato di Vico per l'aeroporto, idea sostenuta dal comitato”.

Quali le finalità?

“L’intenzione era quella di realizzare il nodo intermodale aria-ferro-gomma più importante del centro Italia, presso l'aeroporto”.

Furono compiuti atti concreti?

“Dopo poco tempo arrivarono dei personaggi da Roma a picchettare l'area dove doveva sorgere questa ipotetica stazione”.

Allora, niente di nuovo sotto il sole?

“Lasciamo stare! Adesso qualcuno si vorrebbe accreditare, come fosse farina del suo sacco, annunciando con tono trionfalistico che il tutto sarà pronto per il 2031. Dopo 21 anni di un progetto già finanziato!”.

Tanto tempo sprecato?

“Soprattutto inspiegabile la contrarietà alla variante ferroviaria e a tutti i vantaggi che ne sarebbero conseguiti”.

Non si può dire ‘meglio tardi che mai’?

“Lo dica chi vuole. Ma il tempo sprecato è un capitale irredimibile”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Velocizzazione Foligno-Perugia, come l’araba fenice… Ora se ne parla come di una novità… vecchia come il cucco!
PerugiaToday è in caricamento