INVIATO CITTADINO Vandali senza rispetto, sfregiato il pannello del Museo Archeologico

Deturpate solo le immagini femminili della rappresentazione dell'affresco di Benedetto Bonfigli

“Uomini che odiano le donne: questo sfregio non possono averlo fatto altri che personaggi di tal fatta”. Parla Emanuela Casinini, nota perugina e amante appassionata della Vetusta.

Subito dopo l’ingresso, ci mostra un pannello, visibilmente danneggiato, che riporta l’affresco di Benedetto Bonfigli in cui si propone il trasferimento delle spoglie di Ercolano.

La teoria di illustri personaggi è composta da uomini e donne. Il pannello è realizzato in materiale quasi inscalfibile. Ma l’anonimo vandalo ci si è messo di buzzo buono: non con una semplice chiave, ma con un coltellino (sostiene un esperto).

Ha dunque inciso le figure femminili rappresentate dal Bonfigli, sfregiandole con solchi incrociati. Non ha toccato nessuna figura maschile, mentre ha sistematicamente martoriato le femmine. Che dire? L’analisi della Casinini probabilmente coglie nel segno, considerando che il vandalo è sempre in agguato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La famiglia denuncia la scomparsa, i Vigili del fuoco cercano un giovane tra Collestrada e Ponte San Giovanni

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • Incubo finito, ritrovato a notte fonda il minore scomparso

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Maltempo, la Protezione Civile: chiuse strade e allarme per fiumi. "Ecco quando e dove si verificherà il picco della piena del Tevere"

  • Lo riconosce e lo accompagna dai carabinieri, ritrovato il giornalista Giovanni Camirri

Torna su
PerugiaToday è in caricamento