menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccino antinfluenzale: in Umbria non ci sono problemi, con le scorte coperte le categorie a rischio

La Regione ha acquistato in totale 262mila dosi di vaccini, di cui 173mila dosi per i soggetti che hanno superato i 65 anni di età

L'Umbria non ha problemi con il vaccino antinfluenzale: le scorte e gli ordini coprono il fabbisogno per categorie a rischio e per le persone per le quali è consigliata la vaccinazione per le attività lavorative.

“Al momento non si riscontra nessun problema per le vaccinazioni antinfluenzali destinate alle categorie a rischio - afferma l’assessore regionale alla Salute, Luca Coletto - la Regione ha acquistato in totale 262mila dosi di vaccini, di cui 173mila dosi per i soggetti che hanno superato i 65 anni di età, 83mila dosi per tutti i soggetti a rischio per patologie o condizioni varie, anche legate a specifiche attività lavorative, di età compresa tra i 3 e 64 anni. Mentre altre 6 mila dosi sono destinate ai bambini di età compresa tra 6 mesi e 3 anni”.

L’obiettivo della vaccinazione antinfluenzale è di raggiungere il 75 per cento della popolazione a rischio. un obiettivo alla portata della sanità regionale in quanto i soggetti potenzialmente coinvolti sono circa 256mila, tra over sessantacinquenni, bambini sotto i 6 anni, operatori sanitari e altre categorie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento