Domenica, 14 Luglio 2024
Attualità

Usura in Umbria, a rischio le famiglie monoreddito. Il presidente Cardella: "Basta una bolletta di poche centinaia di euro"

Approvato il bilancio della Fondazione: impegni finanziari per oltre 1 milione di euro, fidejussioni per 150mila euro e 120mila euro di aiuti per bollette scadute

Impegni finanziari per oltre 1 milione di euro, fidejussioni per 150mila euro e 120mila euro di aiuti per bollette scadute. L'impegno della Fondazione Umbria per la prevenzione dell’usura è sempre più sostanzioso e da quest'anno potrà contare anche sul sostegno dei frati Minori di Santa Maria degli Angeli.

Il presidente della Fondazione Fausto Cardella ha tracciato il quadro dell’attività svolta e fornito uno spaccato del fenomeno nell'usura in Umbria, nel corso dell'assemblea dei soci che hanno approvato il rendiconto consuntivo e il bilancio di previsione.

"Nel quadro delle 125 audizioni svolte e delle 35 pratiche esaminate nel corso dell’ultimo anno – ha spiegato il presidente Cardella – abbiamo approvato impegni per circa 1,1 milioni di euro e concesso fideiussioni per quasi 150mila euro. Abbiamo raggiunto lo scopo di agevolare l’accesso al credito, mediante l’accordo stipulato con Gepafin, l’agenzia finanziaria della Regione Umbria, per il quale voglio ringraziare il suo presidente, Carmelo Campagna. Quest’anno poi è esploso il fenomeno del caro-bollette luce e gas, a seguito dei recenti eventi internazionali. Abbiamo voluto stanziare 120mila euro per sostenere quanti avessero bollette scadute da almeno trenta giorni e un reddito Isee non superiore a 20mila euro. Devo dire che i 120mila euro stanziati sono già quasi terminati e quindi abbiamo potuto toccare con mano le difficoltà in cui versano soprattutto commercianti e piccoli imprenditori".

Un altro fenomeno che la Fondazione ha dovuto affrontare è stato quello delle  "famiglie monoreddito – ha proseguito Fausto Cardella – andate in difficoltà già con le prime bollette arrivate, quelle con due redditi disponibili hanno retto maggiormente l’urto, ma in generale il rischio di cadere nelle mani degli usurai sussiste anche quando si tenta di fare fronte a debiti di poche centinaia di euro".

Un ringraziamento è andato ai soci benemeriti dei Frati Predicatori Minori del Convento di Santa Maria degli Angeli, "La loro inclusione nella nostra fondazione contribuirà a raggiungere le finalità e realizzare gli scopi sociali che essa si propone" ha concluso Cardella.

VIDEO La Fondazione Antiusura approva il bilancio e presenta nuovi soci: i Frati Minori

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usura in Umbria, a rischio le famiglie monoreddito. Il presidente Cardella: "Basta una bolletta di poche centinaia di euro"
PerugiaToday è in caricamento