rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Attualità

Stefano Pozzovivo, da studente a professore: "Così è iniziata la mia avventura in Umbria. Ai ragazzi dico: fatevi trovare pronti, c'è spazio"

Speaker e conduttore radiofonico, voce storica di Radio Subasio, è tra i docenti del master in Cinema e produzioni multimediali – serie tv, marketing e distribuzione video della Stranieri

Da studente a professore. Stessa città, università diversa, lo stesso entusiasmo. Prima di far diventare la passione per la radio una professione, ora di trasmettere i segreti per diventare “una voce”. Una voce che narra, che coinvolge, che traduce nella nostra lingua, soprattutto, l’estro degli attori di oltreoceano. Doppiatore, speaker, docente, voce icona degli appassionati di radio: Stefano Pozzovivo, su queste lunghezze d’onda, è un monumento. Trentaquattro anni di trasmissioni, di dirette, musica e parole.

“Studiavo giurisprudenza a Perugia e già facevo radio. Andai con un amico al provino a Radio Subasio e dopo 34 anni fa eccomi qua” racconta da umbro ormai acquisito. “Qui ho trovato un equilibrio perfetto, la giusta dimensione professionale e personale, viste la distanza, sono di Rieti, e vista la crescita esponenziale della radio” che Pozzovivo ha aiutato a fare crescere, fino a diventare una delle emittenti più importanti d’Italia.

“Quello dello speaker – aggiunge – è un lavoro di grande sacrificio. Certo, c’è una predisposizione innata, ma su questa base è necessario lavorare. Io ho iniziato a 16 anni, oggi sarebbe già tardi. Ci sono voci che già a cinque anni riescono a mettersi in evidenza e mostrare un grande potenziale che delinea un futuro professionista”. Insomma, il doppiatore o lo speaker non è un lavoro di ripiego, un’alternativa, “è un lavoro che pretende dedizione e preparazione. Perché quando si presenta l’occasione è fondamentale farsi trovare preparati”. Nessuna improvvisazione. “Nessuna improvvisazione. Anche in radio, non bisogna cadere nell’errore: di improvvisato non c’è niente. La spontaneità, la naturalezza sono frutto anche questo di preparazione”.

Preparazione che il master in Cinema e produzioni multimediali – serie tv, marketing e distribuzione video dell’Università per stranieri punta a offrire. Un master di cui Pozzovivo è docente insieme, tra gli altri, a Carlo Verdone, Paolo Genovesi, Daniele Luchetti.

“In questo ambito, doppiaggio e speakeraggio, ci sono molte possibilità anche lavorative – commenta il docente Pozzovivo – basti pensare a come le nuove piattaforme abbiano dato un input decisivo alle produzioni. Serie tv, film, documentari, tanti ‘prodotti’ multimediali per rispondere a una richiesta che con il covid in particolare si è moltiplicata. E allora servono figure professionali che sappiano rendere al meglio, per esempio, la battuta di un attore americano, o coreano. Perché tradurre non basta, ci sono i sottotitoli per questo. Ma rendere in italiano quello che viene detto anche e non solo con le parole testuali, bisogna avere conoscenza e preparazione. Che con questo corso, ogni docente nel suo ambito, cerchiamo di fornire ai professionisti del futuro. L’importante, già l’ho detto, è farsi trovare sempre pronti. Le occasioni non mancheranno”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stefano Pozzovivo, da studente a professore: "Così è iniziata la mia avventura in Umbria. Ai ragazzi dico: fatevi trovare pronti, c'è spazio"

PerugiaToday è in caricamento