menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Stranieri e i corsi di alta cultura, inizia oggi (rigorosamente online) la "Storia del cinema" di Fabio Melelli

Inizia oggi il corso di Storia del cinema italiano, tenuto dall’enciclopedia vivente Fabio Melelli, uno dei più competenti nella materia. La Stranieri onora la mission con cui era nata: quella di fornire al mondo corsi di alta cultura. Le lezioni si terranno fino al 20 maggio. Ecco il link di servizio.

In tema di unità didattiche, dice Melelli: “Ho privilegiato alcuni momenti del cinema italiano che ritengo particolarmente importanti: il Neorealismo, la commedia all'italiana, il western all'italiana, Fellini e il grottesco”

Da dove derivano queste scelte?

“Certamente dall’esperienza maturata in quattro anni di appassionata collaborazione con Palazzo Gallenga”

In che senso?

“L’esperienza mi ha permesso di individuare gli argomenti di maggiore interesse per gli studenti stranieri che rimangono il mio pubblico di riferimento, anche se non più esclusivo, considerata la specifica tipologia di modalità della didattica on line”

Quale la “storia” che ti accingi a raccontare?

“L’articolazione della mia programmazione didattica mi permette di legare il passato con il presente del cinema, non solo italiano”.

Dunque una visione anche sovranazionale?

“Certamente. Per esempio, nel corso rifletto sull’influenza del Neorealismo sul cinema contemporaneo, in particolare su quello di cineasti come i Fratelli Dardenne. Nel caso del western all'italiana è inevitabile il riferimento a Quentin Tarantino, ma anche al cinema asiatico, legato più o meno alle arti marziali tradizionali”.

Quali gli step del corso? E quali i collegamenti possibili con le discipline?

“Ogni sezione del corso mi consente anche dei rimandi alla storia della letteratura, dell’arte, del teatro e della televisione nazionali. Inoltre, da anni, una costante del mio corso è quella di raccontare la storia d’Italia attraverso la storia del cinema: elemento, questo, particolarmente apprezzato dagli studenti stranieri”.

Quali le modalità del tuo lavoro?

“Si tratta di un corso a distanza ma "in presenza", in quanto le mie lezioni si svolgono su una piattaforma, su internet, di video-chat che si chiama Microsoft Teams, dove gli studenti possono interagire con me e pormi delle domande. Io posso interagire facendo altrettanto con loro. Quindi posso mostrare scene di film, powerpoint, immagini, e commentarli”.

Notizie ulteriori?

“Il corso è aperto a tutti, in particolare agli studenti di Unistrapg che vogliono conseguire l’attestato di conoscenza della lingua italiana dei livelli C1 e C2, e che sono tenuti a frequentare almeno due corsi mensili di cultura; quindi eventualmente possono optare per il mio corso, ovvero Storia del cinema italiano, per completare il loro percorso di studi”.

Grazie, Fabio, sono certo che il tuo corso sarà, come al solito, frequentatissimo e apprezzato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento