Università di Perugia, tolto l'accesso programmato locale: l'elenco dei corsi di laurea a ingresso libero

L'Udu: "L'Università degli Studi di Perugia avanguardia sul piano nazionale nel diritto di accesso all'università pieno, inclusivo e universale"

Addio accesso programmato locale. E i corsi diventano ad accesso libero. L'Unipg ha deciso. È stato deliberato, nella seduta del Senato Accademico dell'Università degli Studi di Perugia del 29 giugno e nella successiva seduta del Consiglio di Amministrazione del 30 giugno, il libero accesso ai corsi di laurea di Biotecnologie, Scienze Biologiche, Filosofia e scienze e tecniche psicologiche, Valutazione del funzionamento individuale in psicologia clinica e della salute, Scienze Motorie e Sportive, Farmacia Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, Scienze e tecniche dello sport, precedentemente a numero programmato. 

Medicina e chirurgia e Odontoiatria e protesi dentaria, Medicina veterinaria, Professioni sanitarie, Ingegneria edile-architettura, Scienze della formazione primaria e i corsi di laurea magistrale delle professioni sanitarie, invece, restano ad accesso programmato nazionale.

Il Provvedimento dell'Ateneo, spiega l'Udu - Sinistra Universitaria "è stato adottato anche in considerazione della difficoltà dello svolgimento dei test di ingresso e della modalità "mista" in cui verrà svolta la didattica". L'addio all'accesso a numero programmato per l'Udu "rappresenta un passo avanti importante da parte dell'Amministrazione ed un importantissimo precedente".

"Abbiamo accolto con grande soddisfazione questa delibera - sottolinea Angela De Nicola, senatrice accademica e coordinatrice di Udu Perugia - , che vede ancora una volta l'Università degli Studi di Perugia avanguardia sul piano nazionale nella direzione di affermare un diritto di accesso all'università pieno, inclusivo e universale, in cui a nessuno debbano essere negate le occasioni di formazione: in tutti i pareri da noi resi negli organi fino ad oggi abbiamo sempre sottolineato quanto questa dovesse essere una priorità politica".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Conclude De Nicola: "Da oggi lavoreremo con i nostri rappresentanti in due direzioni. In primis collaboreremo con la Governance perché l'apertura del numero programmato mantenga inalterata la qualità della didattica e della fruizione degli spazi durante la cosiddetta didattiva blended; in secundis perché questa diventi una policy strutturale dell'ateneo, che prescinda in futuro dalla didattica mista."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Superenalotto, pensionato rigioca la schedina ma c'è una sorpresa: "Hai vinto 71mila euro"

  • Vincita da 1 milione al Gratta & Vinci. Gli appassionati della Smorfia ne ricavano 5 numeri per sbancare il lotto

  • Magione, estate al Laguna Park: una vera "Trasimenide" all'insegna di relax, natura e divertimento

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino dell'8 agosto: dieci nuovi positivi

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 9 agosto: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 6 agosto: altri tre positivi, aumentano i ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento