menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Università di Perugia assume personale, 20 posti da project manager per potenziare la ricerca

L'Ateneo: "L’obiettivo politico-strategico più ambizioso, in una prospettiva futura, è la costituzione di un HUB territoriale della Ricerca e della Terza Missione"

Un nuovo bando dell'Università degli Studi di Perugia e venti posti a disposizione. "Nell’ambito di un più generale potenziamento dei servizi amministrativo-gestionali da dedicare ai settori “Ricerca” e “Terza Missione”, l’Ateneo di Perugia lancia un progetto sperimentale denominato “FUN-PRojects” che prevede l’attivazione di un numero di 20 figure professionali, dedicate al supporto della Ricerca e della Terza Missione, con particolare riferimento a tutte le attività legate alla progettazione e alla valorizzazione dei risultati delle ricerche condotte: i Project Manager", spiega una nota dell'Università degli Studi di Perugia.  L’avviso per la partecipazione alle selezioni è aperto fino all'1 febbraio.

L'Università degli Studi di Perugia cerca personale, 20 assegni biennali: il bando

L’obiettivo, sottolinea l'Ateneo, "è di avvalersi di figure professionali che integrino le competenze dei docenti e ricercatori dell’Ateneo con quelle più incentrate sull’ingegnerizzazione e la gestione dei progetti di ricerca".  

I venti project manager "saranno impegnati a studiare e a mettere a sistema i migliori modelli organizzativi finalizzati a supportare i ricercatori per tutte le attività che vanno dallo sforzo progettuale, alla gestione dei progetti ammessi a finanziamento fino al supporto nei processi di audit, sia interno che esterno all’Ateneo, alla valorizzazione dei risultati delle attività di ricerca".  

E non è finita qui. L'Ateno, in una prospettiva di medio-lungo periodo, "con la fondamentale collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia che, apprezzando e condividendo “FUN PROjects”, ha offerto un rilevante contributo economico per l’attivazione del progetto, intende mirare non solo al potenziamento e all’ottimizzazione dei servizi interni a supporto delle attività di Ricerca e Terza Missione dei ricercatori dell’Ateneo, ma anche a consolidare e potenziare il rapporto con il territorio offrendo servizi che siano rivolti anche alle imprese del territorio con le quali sperimentare e portare a regime obiettivi comuni e condivisi". E ancora: "L’obiettivo politico-strategico più ambizioso, in una prospettiva futura, è quindi la costituzione di un HUB territoriale della Ricerca e della Terza Missione, che abbia come missione lo sviluppo coordinato dei diversi sistemi produttivi territoriali in modo tale che, partendo dalla conoscenza di base, si sviluppino tematiche innovative ed inclusive, tenendo sempre alta l’attenzione sulle necessarie politiche occupazionali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Motori

Nuova Jeep Compass ora anche a Perugia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento