Mercoledì, 28 Luglio 2021
Attualità

Perugia festeggia l'Università con una due giorni tra informazione, festa, lauree e identità

La kermesse si chiama “L’Ateneo al Centro” nel doppio significato di “nell’acropoli” e “al centro dell’attenzione”

L’Augusta Perusia festeggia il suo Studium con una due giorni (12 e 13 aprile) tra informazione, festa, storica identità. La kermesse si chiama “L’Ateneo al Centro” nel doppio significato di “nell’acropoli” e “al centro dell’attenzione”. Diciamo la verità: fa bene al cuore vedere magliette con “I love Unipg”. 

La città è tutto uno sfarfallio di coriandoli e un libare alzando i calici a un futuro di successi post lauream. Futuro incerto? Oggi si festeggia. Domani si vedrà. Davanti a Palazzo Manzoni un tappeto di coriandoli e stelle filanti documenta la gioia di amici e familiari per l’obiettivo raggiunto della pergamena, il cosiddetto “pezzo di carta” che, se non garantisce occupazione, costituisce pur sempre un pre-requisito indispensabile a un dignitoso inserimento nel mondo del lavoro. Almeno l’augurio è questo.

Piazza IV Novembre è punteggiata da gazebo informativi e promozionali. L’Adisu dice la sua e un modello di macchina da corsa fa bella mostra davanti alla Fontana di Piazza. La vetrina di Sandri non si sottrae alla kermesse e – secondo tradizione, nello spirito della formidabile Carla Schucani – propone un dolce commemorativo.

Insomma: orgoglio e identità sbandierati con soddisfazione. Nella fondata speranza che, col nuovo rettore, chiunque esso sia, si prosegua nel segno dell’era Moriconi dell’incremento di presenze studentesche fra i bianchi travertini della Vetusta. E, un po’ di movida, se ci scappa? Sì, grazie, perché no? Purché senza eccessi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia festeggia l'Università con una due giorni tra informazione, festa, lauree e identità

PerugiaToday è in caricamento