rotate-mobile
Attualità

Un altro caduto nella lotta alla sosta selvaggia: continua la strage di paletti anti parcheggio sui marciapiedi

Giaceva abbandonato ai giardinetti dei Tre Archi ieri, stamattina non c'era più

Divleti, spezzati, rimossi. Il destino dei paletti anti sosta, a Perugia, è triste. Durano poco, cadono e poi, spariscono. Messi a protezione di marciapiedi, angoli e slarghi in cui non si può parcheggiare, finiscono sempre più spesso a terra, colpiti da auto che si insinuano dove non dovrebbero, da furgoni addetti al carico-scarico e rifornimento dele attività commerciali o, a volte, da vandali che passano il tempo a distruggere le cose pubbliche o qualche malintenzionato che li utilizza per infrangere vetri delle autommobili o per le spaccate contro i negozi.

Quello in foto è un paletto a protezione del marciapiede di via XIV settembre, appena superati i Tre Archi. In principio si trovavano fino all'ingresso della chiesa di San Giuseppe, adesso ne sono rimasti in piedi solo due, con le auto che ormai utilizzano quell'area per parcheggiare.

Il paletto in questione ieri giaceva ai giardini dei Tre Archi, stamattina non c'era più.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un altro caduto nella lotta alla sosta selvaggia: continua la strage di paletti anti parcheggio sui marciapiedi

PerugiaToday è in caricamento