menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

SPECIALE EUmbria - Cosa fa l’Europa per l’Umbria? Fondi per lavoro, ricerca e welfare

Articolo realizzato nell’ambito del Progetto FISE- Europe Direct Terni – Comune di Terni – Università di Perugia, con il cofinanziamento della Commissione Europea".

eumbria_logo-10

Questa è una domanda che ci si pone spesso: come contribuisce in concreto l’Unione europea al nostro quotidiano? In che forma i suoi aiuti arrivano fino a noi? Esistono tre appositi fondi con cui l’Europa aiuta le Regioni europee, in modi e quantità diverse a seconda del rapporto fra il loro PIL e la media UE, e questi sono:

  • Fondo di Sviluppo Regionale, con sostegno alle piccole imprese, alla ricerca e all’innovazione;
  • Fondo Sociale Europeo, che aiuta i cittadini a trovare lavoro, sostiene i gruppi sociali svantaggiati e rende i servizi più efficienti;
  • Fondo di coesione, destinato a quei Paesi con un PIL inferiore al 90% della media UE

Tutti e tre i fondi rientrano nella cosiddetta “politica di coesione”, il cui scopo è appunto quello di diminuire le disparità fra Regioni e garantire uno sviluppo territoriale sostenibile, a cui si aggiungono poi cofinanziamenti pubblici e privati. Parlando di Umbria, il suo ruolo nella questione fondi strutturali è tutt’altro che secondario. In primo luogo, la relatrice presso il Comitato delle Regioni (CDR) del parere sul futuro budget 2020-2027 destinato ai fondi strutturali è proprio la Presidente Catiuscia Marini.

“Le altre istituzioni europee impegnate nel negoziato devono tenere conto del punto di vista delle Regioni” – ha dichiarato la Presidente dopo l’approvazione in CDR del suo parere, lo scorso 8 dicembre – “la nostra voce deve essere ascoltata”. In secondo luogo, nel fondo per lo sviluppo regionale destinato all’Umbria è stato inserito nel 2017, in via eccezionale, un ottavo tassello chiamato “Asse terremoto”. A questo, pari a 56 milioni di euro, vanno ad aggiungersi altri sette Assi per un totale di circa 412 milioni di euro.

Grazie a questo ulteriore finanziamento si è potuto incidere su più ambiti, quali la tutela del patrimonio artistico e culturale, interventi di messa in sicurezza ed economia delle aree colpite dal sisma. Una parte di questo Asse (5 milioni di euro) è stata destinata alla ricostruzione della Basilica di San Benedetto di Norcia.

Il sostegno economico, ma anche la solidarietà dell’Unione europea sono dunque un fattore importante per lo sviluppo della nostra economia e ci toccano più da vicino di quanto noi crediamo; non da ultimo forniscono un sostegno alle popolazioni colpite dal recente sisma. Tutti i dettagli sui fondi delle politiche di coesione per l’Umbria sono consultabili qui.

TUTTI GLI ARTICOLI DELL'INSERTO EUmbria "L'Europa a casa tua"

  1. Fondo Europeo per l'Agricoltura, il bilancio è positivo. "Occasione fondamentale per il settore agroalimentare regionale"

  2. EUROPEE 2019: Rischio manipolazioni e fake-news anche in Umbria? Un’indagine UE fa salire il sospetto...

  3. Università, Ospedale ed Europa insieme per trovare una cura alle malattie rare

  4. L'Umbria sognava l'Europa Unita da San Benedetto e la Ue sostiene la nostra regione

  5.  Il presidente della Bce Draghi parla di prosperità europea. Quale futuro per l’Umbria?

  6. L’Europa in soccorso di Babbo Natale: più sicurezza nei regali sotto l’albero

  7. 112 e Galileo: i nuovi metodi europei per il soccorso dei cittadini. La “centrale unica di risposta” Umbria - Marche

  8. Cosa fa l’Europa per l’Umbria? Fondi per lavoro, sviluppo, ricerca e welfare, la mappa degli interventi

  9. Sviluppumbria: ecco i nuovi quattro bandi per favorire l’internazionalizzazione delle imprese

  10. L’Europa punta sui giovani: “Parlamento degli under 30” anche in Umbria“

  11. I bandi EU pro start-Up . “Materialuce”, ecco un esempio umbro“

  12. L’Europa ascolta i cittadini sulle strategie: ecco come dialogare online

  13. Rafforzata la cybersicurezza: più protezione cittadini e minori costi per imprese

  14. Made in Umbria o Fake made in Umbria? Coldiretti smaschera le imitazioni

  15. Pioggia di fondi dall'Europa per rilanciare artigianato e micro-imprese: il bando

  16. L’Europa e lo sviluppo delle aree interne dell’Umbria. Cosa sono i GAL? Quanti sono e come funzionano?“

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento