Centri antiviolenza per donne e minori a rischio chiusura: si corre ai ripari, Comune e Regione hanno i fondi

I consiglieri comunali del centrosinistra di Perugia donano il gettone di presenza per finanziare i centri. La cifra prevista dalla Regione per Perugia, Orvieto e Terni

Dopo l'allarme lanciato dagli operatori dell'associazione Libera..Mente Donna dalla Cgil, il rischio chiusura è reale e i fondi sono ormai giunti a termine, c'è una corsa da parte della Regione dell'Umbria e il comune di Perugia - in attesa degli altri municipi - a garantire soldi per la tutela dei Centri anti-violenza sulle donne e minori che in questi anni hanno salvato centinaia di persone. 

“A sostegno delle Reti antiviolenza di Perugia, Terni e Orvieto la Regione Umbria - ha afferma il presidente della Regione Umbria, Fabio Paparelli - ha stanziato nel proprio bilancio 200.000 euro di fondi propri, cui si aggiungono i fondi del Dipartimento nazionale per le Pari opportunità per circa 158.000 euro. Si è in attesa di ricevere dai Comuni la documentazione necessaria alla liquidazione delle risorse che, per quanto è di competenza degli uffici regionali, sarà poi effettuata nei tempi più rapidi possibili”.

La Regione, non appena ricevuta la documentazione necessaria “procederà all’erogazione delle risorse rispettivamente nella misura di circa 190mila euro alla Rete antiviolenza di Perugia, 150mila euro a quella di Terni e 18.500 euro alla Rete antiviolenza di Orvieto”. Questa la promessa di Paparelli.

Sul fronte del comune di Perugia, l'assessore al bilancio Bertinelli ha confermato Bertinelli , come accaduto l’anno scorso, anche per il 2019 il contributo in favore del centro anti-violenza di Perugia. Intatto i consiglieri comunali del centrosinistra hanno deciso di devolvere il gettone di presenza del consiglio del 29 luglio all'associazione Libera...Mente Donna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 3 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • La Liguria ritorna in zona gialla mentre l'Umbria resta arancione: eppure i dati parlano chiaro, situazione migliore da noi...

Torna su
PerugiaToday è in caricamento