Caccia in Umbria, si torna a sparare ai caprioli: il piano della Regione, le date

La giunta regionale sblocca la situazione, ecco le nuove date

Si torna a sparare. La Giunta regionale dell’Umbria, su proposta dell’assessore alla Caccia, Fernanda Cecchini, ha stabilito che il completamento dei piani di abbattimento della specie capriolo riguardanti i maschi di classe 1 e classe 2, venga effettuato dal 2 febbraio al 14 marzo 2019 e che l’attuazione della caccia di selezione agli ungulati potrà essere effettuata anche su terreni coperti in tutto o nella maggior parte di neve.

“In seguito al ricorso presentato dal Wwf in merito al calendario venatorio – ha ricordato l’assessore Cecchini -  il TAR dell’Umbria, lo scorso luglio, aveva disposto la sospensiva e, di fatto, aveva impedito l’esercizio della caccia di selezione alle specie daino e capriolo per il periodo compreso tra il 12 agosto ed il 30 settembre, tale posizione era stata ribadita dal Consiglio di Stato”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Visto che il Tar dell’Umbria, con la sentenza  pubblicata il 17 gennaio 2019, - ha reso noto l’assessore -  ha riconosciuto la legittimità degli atti posti in essere dalla Regione in merito alla caccia di selezione delle specie daino e capriolo, consentendo di fatto l’esercizio della stessa nel periodo che va dal 7 gennaio al 14 marzo, è stato definito un’integrazione al  piano di abbattimento anche alla luce del fatto che il mancato completamento del piano di abbattimento della classe maschile comporterebbe un forte squilibrio nella sex-ratio della popolazione della specie capriolo presente sul territorio regionale. La decisione ha preso atto anche delle note degli ATC dell’Umbria con le quali sono stati comunicati il numero dei capi della specie capriolo abbattuti complessivamente nel periodo che va dal 17 giugno al 15 luglio, pari a circa il 42 percento dei capi ammessi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vincita da 1 milione al Gratta & Vinci. Gli appassionati della Smorfia ne ricavano 5 numeri per sbancare il lotto

  • Magione, estate al Laguna Park: una vera "Trasimenide" all'insegna di relax, natura e divertimento

  • Pescara-Perugia 2-1, al posto di Oddo parla Goretti che accusa: "Sottil antisportivo"

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino dell'8 agosto: dieci nuovi positivi

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 9 agosto: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 6 agosto: altri tre positivi, aumentano i ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento