Unire i "due mari", Umbria e Marche chiedono il raddoppio della linea Orte-Falconara

La richiesta dei presidenti di Regione per un protocollo d'intesa con Ministero e Rete ferroviaria italiana

Un protocollo per avviare il raddoppio della Orte-Falconara. E' quanto chiedono i presidenti Donatella Tesei (Umbria) e Luca Ceriscioli (Marche) al ministro De Micheli e all’amministratore delegato di RFI.

"C’è la volontà condivisa di rilanciare il progetto – ha affermato l'assessore regionale Enrico Melasecche -. Facendo innanzitutto una corretta informazione rispetto a notizie che si accavallano. Alcune danno per risolto il problema quando viceversa la strada è ancora irta di difficoltà tecniche ed economiche. Oltre ad Umbria e Marche, promotrici dell’iniziativa, si unirà probabilmente anche la Regione Lazio, per inserire il raddoppio della Orte-Falconara fra le opere prioritarie del Paese, considerata l’importanza non minore rispetto alla Roma-Pescara e alla Napoli-Bari.  Non ci si illuda rispetto alle difficoltà da superare – sottolinea Melasecche - ma c’è un cauto ottimismo nei team tecnici di entrambe le Regioni almeno per ciò che riguarda alcune delle opere da realizzare".

Il Senato ha approvato l’aggiornamento del Contratto di programma MIT-RFI 2017-2021 che prevede per il 2020 il finanziamento per 558 milioni della tratta Terni-Spoleto che comprende una galleria di 19 chilometri su un percorso totale di poco più di 20 chilometri, opera questa complessa, ma fondamentale ai fini dell’intero percorso.

"Oltre a tratti minori nelle Marche - ha proseguito l’assessore Melasecche - rimane poi quello centrale Foligno-Fabriano che ha un costo importante di oltre 2 miliardi per superare tutto l’Appennino, in gran parte in gallerie e viadotti, con possibili varianti strategiche da valutare attentamente".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Unire con un doppio binario i "due mari – ha concluso l’assessore - rappresenta oggi non più un sogno ma una concreta ipotesi di lavoro su cui questa giunta è in prima linea affinchè il Governo non solo finanzi l’opera, ma la inserisca fra quelle da commissariare per garantirne una esecuzione certa e sollecita".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Perugia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Massacra la madre a furia di pugni e calci, cerca di bruciarla viva e poi scappa: catturato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, dopo Eurochocolate anche per i Baracconi altro "No": "Ignorato il nostro piano sicurezza"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento