menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arte povera o pop art? Gabriele Verducci espone all'ex chiesa di via Oberdan

L'artista, anche progettista industriale, interior designer, grafico e comunicatore, vanta numerose collaborazioni nazionali

Inaugura venerdì 17 maggio alle ore 18 presso l’ex chiesa di Santa Maria della Misericordia (in via Oberdan n. 54) la mostra personale dell’artista Gabriele Verducci.

L’esposizione, curata da Francesco Diotallevi, è accompagnata dal catalogo con introduzione e testi del saggista Giorgio Bonomi.

All’inaugurazione sarà presente il sindaco Andrea Romizi per i saluti iniziali e l'introduzione alla mostra, che è supportata dal patrocinio del Comune di Perugia, oltreché dall’associazione Identità Perugia.

Le opere di Verducci hanno da sempre un contenuto sociale, dalla provocatoria “#unsocial”, dove si evidenzia come gli aspetti più intimi delle nostre vite vengono affidate ad una ristretta cerchia di società, ad “IcOn”, in cui si fondono musica, moda e cinema. E poi opere che, come quelle della serie “Pro-logo”, evocano simboli ammiccanti e ingiustizie sociali, e i “Tarocchi” che non hanno perso il loro potere ammaliatorio.

Arte povera e pop-art sono i riferimenti estetici che Verducci trova nella storia dell’arte recente e che sa rileggere con la propria soggettività poetica e con la sua raffinata capacità tecnica esecutiva, come l’arte vera deve avere.

L’esposizione resterà aperta fino al 31 Maggio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento