Domenica, 21 Luglio 2024
Attualità Assisi

The Economy of Francesco, il papa per la sesta volta ad Assisi: firmato il Patto con i giovani

Il Pontefice è ripartito poco prima delle 12 di oggi alla volta del Vaticano dopo aver ascoltato le testimonianze, le difficoltà e le speranze di alcuni ragazzi

Papa Francesco è arrivato a Santa Maria degli Angeli per l'atto conclusivo di The Economy of Francesco. In elicottero, con qualche minuto di anticipo, il pontefice ha raggiunto il teatro Lyrick. Prima in carrozzina, poi in piedi, sì è dilungato con i bambini delle scuole, che lo hanno accolto con grida di gioia e sventolando le bandiere del mondo che si ritrova ad Assisi per pensare un modo diverso di economia. È la sesta visita del Santo Padre nella città serafica.

FOTO Papa Francesco ad Assisi

AGGIORNAMENTO - ORE 14 - Dopo i saluti istituzionali con il vescovo Sorrentino e le autorità, papa Francesco ha incontrato i cinque ragazzi, in rappresentanza degli oltre mille, per raccogliere le loro richieste, prima di entrare in teatro.  Si tratta di  cinque giovani  rappresentanti dei cinque continenti) :Agustina Brizuela (Argentina), Sohan Francis Patrick (Sri Lanka), Maria Jordet, Norvegia, Sadia Mariano (Mozambico) e Brandon Kengmana (Nuova Zelanda) in rappresentanza della comunità di The Economy of Francesco.

Il Santo Padre ha successivamente raggiunto il palco per l’incontro con i giovani, apertosi con un momento artistico-teatrale animato dal gruppo musicale Nyado con sul palco delle delegazioni di giovani.

Sono seguite le testimonianze di Serena Ionta, studentessa di dottorato in Economia (Italia), Facundo Pascutto, del progetto «Cien Asís» (Argentina), Henri Totin, direttore esecutivo di Jevev (Benin), Lilly Ralyn Satidtanasarn, attivista per l’ambiente (Thailandia), Samuel Lekato, economista (Kenya), una attivista per i diritti delle donne (Afghanistan), Mateusz Ciasnocha, contadino e co-fondatore delle Farm di Francesco (Polonia) e Andrea, giovane detenuto e studente di Fisica che ha parlato  del valore del lavoro nella sua vita all’interno dell’istituto di pena. 

The Economy of Francesco, il Papa ai giovani: "Credo in voi"

Al termine dell’incontro, la firma del Patto di Francesco con i giovani che comprende anche i dodici impegni elaborati al termine di venerdì, giornata di lavoro nei villaggi. Poi il Santo Padre ha raggiunto il piazzale dove è atterrato l’elicottero e, dopo aver salutato le tante persone e i bimbi che lo attendevano, è poi decollato alla volta del Vaticano.

The Economy of Francesco, Maryam salvata dai talebani grazie a una mail

IL PATTO PER FRANCESCO SULL'ECONOMIA

"Noi, giovani economisti, imprenditori, changemakers, chiamati qui ad Assisi da ogni parte del mondo, consapevoli della responsabilità che grava sulla nostra generazione, ci impegniamo ora, singolarmente e tutti insieme, a spendere la nostra vita affinché l’economia di oggi e di domani diventi una Economia del Vangelo". Tradotto, ecco i principi di un'economia di Vangelo: un’economia di pace e non di guerra, un’economia che contrasta la proliferazione delle armi, specie le più distruttive, un’economia che si prende cura del creato e non lo depreda, un’economia a servizio della persona, della famiglia e della vita, rispettosa di ogni donna, uomo, bambino, anziano e soprattutto dei più fragili e vulnerabili, un’economia dove la cura sostituisce lo scarto e l’indifferenza, un’economia che non lascia indietro nessuno, per costruire una società in cui le pietre scartate dalla mentalità dominante diventano pietre angolari.

Un’economia che riconosce e tutela il lavoro dignitoso e sicuro per tutti, in particolare per le donne, un’economia dove la finanza è amica e alleata dell’economia reale e del lavoro e non contro di essi, un’economia che sa valorizzare e custodire le culture e le tradizioni dei popoli, tutte le specie
viventi e le risorse naturali della Terra, un’economia che combatte la miseria in tutte le sue forme, riduce le diseguaglianze e sa dire, con Gesù e con Francesco, “beati i poveri”, un’economia guidata dall’etica della persona e aperta alla trascendenza, un’economia che crea ricchezza per tutti, che genera gioia e non solo benessere perché una felicità non condivisa è troppo poco. Noi in questa economia crediamo. Non è un’utopia, perché la stiamo già costruendo. E alcuni di noi, in mattine particolarmente luminose, hanno già intravisto l’inizio della terra promessa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

The Economy of Francesco, il papa per la sesta volta ad Assisi: firmato il Patto con i giovani
PerugiaToday è in caricamento