rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Attualità

Nel 2021 in Italia un terremoto ogni mezz'ora: in Umbria quasi un terzo degli eventi sismici

Dei 16.095 terremoti localizzati dalle sale di sorveglianza dell'Ingv circa 5.000 sono avvenuti in territorio umbro: "Primato condizionato dalla densità della rete sismica"

Quasi un terzo dei terremoti italiani nel 2021 si è verificato in Umbria, con circa 5.000 eventi sui 16.095 localizzati lo scorso anno nella Penisola (una media di 44 al giorno, quasi uno ogni mezz'ora) dalle sale di sorveglianza (operative h24) dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). 

“La Sardegna si conferma la regione con il minor numero di terremoti - spiega Maurizio Pignone, geologo dell’Ingv, in una nota pubblicata sul sito dell'istituto -, mentre la Sicilia ha avuto oltre 80 eventi di magnitudo pari o superiore a 2.5, più di tutte le altre regioni. Se, però, contassimo anche i terremoti molto piccoli, il primato sarebbe condizionato dalla densità della rete sismica e 'vincerebbero' Marche e Umbria con rispettivamente circa 3.000 e 5.000 eventi".

Il numero di terremoti localizzati in Italia nel 2021, secondo quanto rivela l'Ingv, è di poco inferiore a quello del 2020 e si mantiene stabile dal 2019. Numeri inferiori a quelli registrati negli anni 2016-2017-2018 caratterizzati dalla sequenza sismica in Italia centrale. Il contributo di questa sequenza iniziata il 24 agosto 2016, in termini di numero di eventi, è comunque importante anche nel 2021 rappresentando circa il 30% del totale della sismicità in Italia.

“Anche nel 2021 si è confermato il trend degli ultimi tre anni, con i terremoti più forti localizzati al di fuori del territorio italiano - afferma Alessandro Amato, sismologo dell’Ingv -. Gli eventi sismici che hanno fatto registrare una magnitudo pari o superiore a 5.0 sono avvenuti in Algeria, in Croazia e nel Mare Adriatico, anche se alcuni di essi hanno avuto un risentimento anche nel territorio italiano”.

Il terremoto più forte è avvenuto in Sicilia, presso Motta Sant'Anastasia (Catania), il 23 dicembre 2021, all'interno di uno sciame sismico con oltre 50 eventi nel giro di tre giorni ed è stato caratterizzato da una magnitudo 4.3. Il più piccolo, invece, è stato registrato vicino Gubbio (Perugia) il 13 agosto 2021 con una magnitudo che, in questo caso, è stata 0.0, localizzato dalla Rete Sismica Nazionale in un’area d’Italia dove la sensibilità della rete è massima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel 2021 in Italia un terremoto ogni mezz'ora: in Umbria quasi un terzo degli eventi sismici

PerugiaToday è in caricamento