Domenica, 26 Settembre 2021
Attualità Marsciano

Marsciano, dopo la pace fiscale dovuta al lockdown scatta la caccia ai morosi della Tari

Tari 2019 e 2020, in arrivo i solleciti di pagamento per le utenze non ancora pagate. Gli uffici del Comune sono a disposizione dei cittadini per informazioni e chiarimenti

Durante il primo lockdown era stata attuata una sorta di pace fiscale con il rinvio di cartelle, pagamenti e rette, ma adesso anche i comuni devono riprendere in mano i conteggi dei balzelli e delle tasse dovute dai cittadini, soprattutto per quei servizi che non si sono mai fermati, come ad esempio la raccolta dei rifiuti.

E in questi giorni il Comune di Marsciano sta inviando i solleciti di pagamento per la tassa sui rifiuti (la Tari) a tutti coloro che non hanno pagato, in tutto o in parte, la Tassa per gli anni 2019 e 2020.

È possibile che in alcuni casi, in fase di versamento, si siano verificati errori materiali nella scrittura del codice del Comune, non imputabili all’Ente o al contribuente, che hanno comportato l’accredito ad altro Comune delle somme pagate. Conseguentemente possono risultare come debitori dei contribuenti che invece hanno regolarmente pagato e sono in possesso di una regolare quietanza. In questi casi, quindi, l’utente che riceve il sollecito è invitato a contattare immediatamente l’ufficio tributi ad uno dei seguenti recapiti: entrate@comune.marsciano.pg.it – 0758747290/302.

L'Area Entrate è comunque a disposizione per informazioni e chiarimenti il lunedì dalle 9.00 alle 13.00 e il giovedì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00 e riceve, esclusivamente, nell'ufficio con ingresso in via Trento. Non è necessaria la prenotazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marsciano, dopo la pace fiscale dovuta al lockdown scatta la caccia ai morosi della Tari

PerugiaToday è in caricamento