rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Attualità

“Tari, Nessuno sgravio per le imprese in difficoltà, molte delle quali chiuse per Covid"

Perugia in Azione chiede alla Giunta e al sindaco Andrea Romizi di intervenire "con un adeguamento delle tariffe 2020 e 2021 per quelle imprese gravemente colpite dal covid”

“Nessuno sgravio per le imprese in difficoltà, molte delle quali chiuse per Covid, che di fatto si sono trovate a pagare nel 2020 la stessa tariffa Tari del 2019, salvo una minima riduzione della parte variabile, che però a seguito del conguaglio ha fatto registrare un aumento del costo totale”.  È la denuncia portata avanti da “Perugia in Azione” e dal suo segretario Daniele Domenico Vasopollo, che ora chiede un ricalcolo “concreto” – è scritto in una nota – “in funzione delle perdite registrate dai “giorni di apertura” e che tenga in considerazione “i servizi realmente erogati da Gesenu”.

Un costo importante per le imprese. “Basti pensare che la Tari per molte attività è andata ad assordire il 50% dei ristori ricevuti nel 2020. Chiediamo, nuovamente, alla Giunta Comunale ed al Sindaco Andrea Romizi di intervenire con un adeguamento delle tariffe 2020 e 2021 per quelle imprese gravemente colpite dal covid”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Tari, Nessuno sgravio per le imprese in difficoltà, molte delle quali chiuse per Covid"

PerugiaToday è in caricamento