Tagli autobus, il sindaco Chiodini scrive a Regione e Busitalia: "Ripristinate le corse". Le frazioni più penalizzate

Il primo cittadino allarmato: "Gravi disagi per i lavoratori, ripristinare le tratte e i collegamenti scolastici a settembre è imprescindibile"

I tagli al trasporto pubblico locale stanno creando non pochi problemi ai suoi cittadini. Per questo, il sindaco di Magione, Giacomo Chiodini, ha preso carta e penna e ha scritto a Busitalia e alla Regione, evidenziando "i gravi disagi per lavoratori e residenti del comune di Magione". 

“Dopo alcune settimane dall’introduzione dei nuovi orari relativi al trasporto pubblico locale – scrive Chiodini - che hanno visto la soppressione di numerose corse da e per Perugia verso Magione, siamo in grado di riportare un quadro abbastanza esaustivo dei disagi che riguardano il nostro territorio” .

 “In particolare – fa sapere - registriamo grandi difficoltà, per lavoratori e lavoratrici con posto di lavoro a Perugia, nello specifico per coloro che hanno turni di lavoro mattutini (Perugina Nestlé, uffici pubblici). Le frazioni più colpite sono Sant’Arcangelo, San Feliciano, Agello, Villa-Soccorso e il capoluogo” che prosegue: “La reintroduzione di tali corse e il mantenimento di quelle scolastiche diventano – con l’avvicinarsi del mese di settembre – imprescindibili”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 28 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento