rotate-mobile
Attualità

INVIATO CITTADINO Superbonus a Perugia, concluso l'intervento su un edificio del 1953

Concluso a Perugia (entro la cerchia cittadina: Stazione / Pallotta / Monteluce / Elce), il primo degli interventi ecobonus

Concluso a Perugia (entro la cerchia cittadina: Stazione / Pallotta / Monteluce / Elce), il primo degli interventi ecobonus su un edificio del 1953. Com’è noto, a seguito della innovazione introdotta dal c.d. 110%, il mondo della edilizia, in coma profondo, ha ripreso vigore con un’apertura diffusa di tanti cantieri in tutto il Paese. Puntando i riflettori sulla realtà del capoluogo, l’esempio sul quale ci soffermiamo è quello di un fabbricato in Via Pico della Mirandola, 2 (si affaccia sulla Via dei Filosofi, difronte distributore IP), di 6 piani fuori terra, completamente rinnovato sotto il profilo energetico.

“La zona in cui sorge – ci dice Paolo Anderlini – è sottoposta a tutela paesaggistica”. “Pertanto – aggiunge – particolare attenzione è stata attribuita alle scelte progettuali, quali la tipologia del materiale isolante (lana minerale, stabile nel tempo e incombustibile), la gamma di colori (giallo ocra per i piani abitativi e rosso mattone per il piano autorimesse), il genere di infissi (in legno colore bianco), la tipologia delle riquadrature degli infissi (travertino).

L’edificio, risalente a poco dopo la guerra, con struttura in pietra, era in classe energetica “G”. Con i lavori svolti, la nuova classe energetica è la “D”.

Aggiunge il progettista: “L’insieme degli interventi principali è l’isolamento termico a cappotto di tutte le pareti perimetrali (spessore isolante cm. 16), l’isolamento termico del sottotetto e del soffitto delle autorimesse, la nuova centrale termica con due gruppi termici a condensazione ad altissimo rendimento a gas metano e i nuovi infissi. Oltre a ciò, ciascun appartamento è stato dotato di recuperatori di calore, i quali consentono il ricambio dell’aria senza aprire gli infissi”.

Concludendo che: “Il benessere termo-igrometrico degli occupanti risulta oggi molto elevato, a fronte di una riduzione dei consumi di energia non rinnovabile quale è il gas”.

Un esempio che, fortunatamente, si sta diffondendo in tanti rioni della nostra città. Specialmente nelle zone di più recente insediamento. Il che porta facilmente a rilevare come sarebbe auspicabile fruiscano dei benefici governativi tante costruzioni dei rioni più vecchi che necessitano di interventi radicali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Superbonus a Perugia, concluso l'intervento su un edificio del 1953

PerugiaToday è in caricamento