Arrivano i cinesi al Liceo Artistico e alla Scuola Secondaria di Primo Grado “Bernardino di Betto”

Perugia conferma così la propria storica apertura al mondo, alle culture, alle sensibilità che ne fanno, da sempre, città cosmopolita per definizione

La dirigente Francesca Cencetti

Arrivano i cinesi al Liceo Artistico e alla Scuola Secondaria di Primo Grado “Bernardino di Betto”. Istituti che non finiscono di stupire per il loro concreto dinamismo che li fa aprire sempre più convintamente al mondo, in termini artistici e culturali.

L’attivazione di sinergie è nel mood di questa scuola che – come da mission – nutre una speciale vocazione alla cultura e alla pratica del bello. Dalla lontana Cina hanno dunque puntato i riflettori sui travertini della Vetusta e sulle sue eccellenze culturali. Si inquadra in tale contesto di scambi e interazioni, l’arrivo di una delegazione di 45 studenti, con 5 docenti e 2 funzionari del Ministero dell’Istruzione cinese. Vengono dalla provincia di Jilin, importante prefettura della Manciuria meridionale, e faranno tappa a Perugia per visitare le due scuole, interagendo con esse.

L’iniziativa rientra nell’ambito di una convenzione stipulata tra la Dirigente Scolastica Francesca Cencetti (foto) e l’Associazione Culturale italo-cinese, rappresentata dalla dottoressa Wang Jing. La delegazione si fermerà a Perugia dal 16 al 23 gennaio, alloggiando al Sangallo Palace Hotel. Tutti i giorni, i ragazzi dagli occhi a mandorla prenderanno parte alle lezioni del Liceo Artistico “Bernardino di Betto”, che da quest’anno ha attivato anche corsi di pittura e scultura con modello vivente.

Un’iniziativa di singolare interesse vedrà la luce il 17 gennaio quando, nella sede della Scuola Secondaria di Primo Grado, gli studenti cinesi e i loro colleghi italiani dipingeranno insieme un lungo rotolo di carta, che sarà squadernato lungo i corridoi della scuola, a testimoniare l’importanza di un percorso in cui si procede d’intesa, condividendo obiettivi e spendendo risorse di cultura e umanità.

Negli altri giorni, con gli studenti del Liceo, gli ospiti creeranno opere d’arte, studieranno la cultura e le bellezze italiane e della città di Perugia, vivendo un’esperienza di full immersion nell’energia creativa del Bernardino di Betto. I docenti-artisti e gli studenti del Liceo li accompagneranno in questo percorso di intenso scambio culturale tra due Paesi ormai sempre più vicini. Bellocchio girò “La Cina è vicina” (1967) e questa iniziativa rende tangibile l’assunto.

Il secondo appuntamento si dipanerà il 18 gennaio quando, presso la sede del Liceo Artistico, è previsto l’incontro della Delegazione con Silvia Calamandrei, nipote del famoso “padre costituente” Piero Calamandrei.

Terzo evento di vaglia, il 23 gennaio, alle ore 15.00, quando la Delegazione e una rappresentanza dell’Omnicomprensivo “Bernardino di Betto”, guidata dalla Dirigente Cencetti, sarà ricevuta dal Sindaco di Perugia Andrea Romizi, presso la Sala Consiliare, per un saluto istituzionale. Degna di nota la circostanza che, dal prossimo anno scolastico, 10 studenti cinesi saranno regolarmente iscritti al Liceo Artistico “Bernardino di Betto”. Perugia conferma così la propria storica apertura al mondo, alle culture, alle sensibilità che ne fanno, da sempre, città cosmopolita per definizione.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Inneggiano alla guerra santa sul web, individuati cinque presunti terroristi a Perugia

  • Cronaca

    Perde il controllo della moto e finisce contro un muro, Foligno dice addio a Giovanni

  • Cronaca

    Fa strage di animali protetti: via armi, munizioni e licenza di caccia

  • Cronaca

    Brucia 50mila euro del condominio con le slot machine, processata

I più letti della settimana

  • Tragedia lungo la strada a Perugia, Stefano muore a 43 anni: lascia tre figli

  • Tragico schianto con la moto, ospedale di Perugia in lutto per la morte di Stefano

  • Marsciano, schianto tra una moto e un'auto: centauro in codice rosso

  • Inchiesta sanità - Maxi sequestro di cellulari e profili social e spuntano cinque nuovi indagati: i nomi

  • Sanità, si allarga il numero degli indagati nella maxi inchiesta dell'Umbria

  • Rissa nel parcheggio del supermercato a Perugia, quattro finiscono in manette

Torna su
PerugiaToday è in caricamento