rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Attualità

INVIATO CITTADINO Si dice che ‘la storia non si fa coi se e coi ma’. Il libro di Angelo Meneghini smentisce l’assunto, fin dal titolo 'Se...'

Il libro di Angelo Meneghini “SE… Storia della famiglia Meneghini” verrà presentato sabato 21 gennaio, all’Hotel La Rosetta, alle ore 17:00. Saranno con l’Inviato Cittadino l’amico Angelo Valentini e lo scrittore giornalista Claudio Sampaolo

Si dice che ‘la storia non si fa coi SE e coi MA’. Il libro di Angelo Meneghini smentisce l’assunto, fin dal titolo “Se…”. Che più sintetico non si sarebbe potuto.

In copertina compare, infatti, il monosillabo “se”, che il dizionario cataloga come “congiunzione di valore ipotetico”. Ma, nel caso di questo volume, quel “SE” significa molto di più.

“Histoire da ma vie”, scrisse George Sand nel 1855. Una scrittrice femminista ante litteram che ha raccontato, senza peli sulla lingua, il proprio modo originale, sincero e irriverente, di stare al mondo. Lo stesso fa Angelo Meneghini. E non parla solo di sé, ma di molto altro.

Specie nella lunga prefazione che forse qualcuno gli rimprovererà per il suo essersi tolto qualche sassolino dalla scarpa (come dice la canzone “che mi fa tanto mal”). Meritato sfizio dopo una lunga vita, connotata da positività e intenso lavoro.

Storia personale – s’intende – che non può essere disgiunta, per ovvie ragioni, da quella della sua famiglia. Babbo e mamma in primis, ma anche zii, congiunti e collaterali. Protagonisti di eventi non privi di significato. Non solo personale e individuale, ma sociale, e dunque degno di attenzione e rispetto. Alcuni personaggi di singolare interesse. Come le cartoline e i coloriti retroscena legati all’esistenza di quella cantante lirica [la Callas] che al cognome proprio aggiunse quello dello zio Meneghini. Ne abbiamo delineato le coordinate proprio su queste colonne. 

INVIATO CITTADINO Una Callas così non l’avevate mai vista

Una biografia, quella di Angelo, in cui s’intercetta uno spaccato storico-antropologico di un mondo che fu. E che, per certi versi, non si può che rimpiangere. Pur con tutti i suoi limiti di guerra, sfruttamento, ingiustizia.

Esiste una poesia di Rudyard Kipling con lo stesso titolo, in inglese “If”. Invita alla fiducia, alla pazienza, all’onestà, alla verità. A mettere in atto la capacità di sognare, di pensare, di incontrare gli altri. Di rischiare e saper ricominciare daccapo. Di tenere duro e di puntare tutto su testa o croce. Di parlare alle persone, tutte, di “passeggiare con i re senza perdere empatia con la gente”. Dice al figlio: “Se avrai fatto tutto questo, sarà tua la Terra e tutto quanto contiene”. Non una lettera al figlio, quella di cui qui parliamo, ma una esortazione che Meneghini estensivamente indirizza a tutti noi.

Una frase dello stesso Kipling recita “Abbiamo quaranta milioni di ragioni per fallire, ma non una sola scusa”, per significare che occorre sempre il massimo impegno, nella vita, nella famiglia, nel lavoro. Che si può riconoscere di avere sbagliato, ma senza retropensieri e ipocrite autogiustificazioni.

Un’altra cosa dice una poesia di Kipling. Ma c’è chi attribuisce il brocardo a Federico Garcia Lorca o al filosofo Francis Bacon, se non all’antica saggezza cinese, declinata nelle forme del proverbio zen. Dice, in soldoni, che uno ha portato a termine la propria missione, nella vita, se ha fatto almeno tre cose: generare un figlio, piantare un albero, scrivere un libro. Ebbene: Angelo Meneghini ha fatto tutto questo. E con questo libro ci ricorda che quel SE potrebbe trasformarsi in un Sì. A patto che scegliamo di vivere con impegno e onestà.

Il libro di Angelo Meneghini “SE… Storia della famiglia Meneghini” verrà presentato sabato 21 gennaio, all’Hotel La Rosetta, alle ore 17:00.

Saranno con l’Inviato Cittadino l’amico Angelo Valentini e lo scrittore giornalista Claudio Sampaolo. Una formidabile occasione, per chi lo voglia, di conoscere una storia a suo modo esemplare. Chiudendo l’incontro con un brindisi alla salute di tutti e di questo splendido ultraottuagenario, civis inquilinus della Vetusta. Un uomo che, nella sua lunga e limpida esistenza, davanti a tanti SE, ha saputo scegliere la strada giusta. Senza esitazioni. Rispondendo un Sì all’impegno. Un Sì forte e chiaro. Senza però il timore di pronunciare anche qualche NO sonoro. Quando serve.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Si dice che ‘la storia non si fa coi se e coi ma’. Il libro di Angelo Meneghini smentisce l’assunto, fin dal titolo 'Se...'

PerugiaToday è in caricamento