menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stare insieme per fare del bene con lo spettacolo in perugino per i parkinsoniani

Serata dell'Unione Parkinsoniani di Perugia per la presentazione del libro di Ida Trotta “Penz(ier)ando nqua e lla. Divagazioni perugine comiche”

Stare insieme per fare del bene con lo spettacolo in perugino per i parkinsoniani.

"Non la sede dell’Associazione" scandisce Elisa Marcaccioli, presidente dell’Unione Parkinsoniani di Perugia, logopedista al servizio delle persone affette dal morbo. E spiega: “Abbiamo scelto un locale pubblico perché vogliamo attenzione e integrazione. I nostri malati non devono sentirsi ghettizzati, ma inseriti in un contesto relazionale aperto”. Parole che suonano come musica alle orecchie dei numerosi amici convenuti al Kilometro Zero, un locale pubblico in Sant’Andrea delle Fratte.

Occasione dell’incontro, la presentazione del libro di Ida Trotta “Penz(ier)ando nqua e lla. Divagazioni perugine comiche”. Si tratta di una raccolta di battute e aneddoti in lingua perugina, imbastiti intorno a temi di interesse generale e di ordinaria quotidianità.

Fra i temi: la famiglia, la casa, la spesa, la religione, la scuola, gli amici, moglie e marito, sesso e amore, medici e medicine, le diete e la moda, carnivori e vegetariani, tv, cinema, cellulare…

Introduzione dell’Inviato Cittadino che in più occasioni è stato ospitato nella sede di via del Giochetto e che si recherà presto anche in quella dei locali parrocchiali in San Sisto.

Letture dell’attore Leandro Corbucci che opera attivamente in veste di docente di teatro, esercizio della memoria, comunicazione e creatività.

Foto finale con libro in mano. E alle spalle uno splendido Grifo in ferro battuto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento