rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Attualità Corciano

VISTI PER VOI Trionfa al Teatro della Filarmonica di Corciano lo spettacolo di Zerogrammi

i chiama “Elegia delle cose perdute” ed è ispirato a un romanzo di Raul Brandão

Trionfa al Teatro della Filarmonica di Corciano lo spettacolo di Zerogrammi. Si chiama “Elegia delle cose perdute” ed è ispirato a un romanzo di Raul Brandão.

Si è trattato del terzo appuntamento di Umbria Danza Festival, la rassegna di spettacoli ideata da Dance Gallery allo scopo avvicinare il pubblico alla molteplicità dei linguaggi coreutici.

Un clima intenso, ricco di suggestione, con corpi che dialogano fra loro e col pubblico. Una storia che si dipana fra personaggi in lotta contro un avverso destino, ma uniti dalla condivisione dell’avventura esistenziale.

La lunga scena che ruota attorno a una piantina, alla cura avvolgente dedicata all’umile vegetale, è da manuale. Dimostrando come si possa ottenere il tanto col poco. Quando c’è arte e persuasione.

Il progetto, la regia e la coreografia sono di Stefano Mazzotta. Creazione e interpretazione di Amina Amici, Lucrezia Maimone, Simone Zambelli, Damien Camunez, Manuel Martin, Miriam Cinieri, Gabriel Beddoes, Alessio Rundeddu.

Lo spettacolo è stato già presentato a Norcia in versione “site specific”. Tanto che le foto raccontano  di chiostri e di tetti, di paesaggi intrisi di persuasa umbritudine. A Corciano, invece, è stato ovviamente montato in versione teatrale.

Ottima la scelta delle musiche che spaziano dal passato al presente. Strepitoso l’uso teatrale di “Grazie dei fior” e la chiusura con un brano di Tenco in sottofondo. In cui c’era tutto il dramma dell’esistere. Avrebbe detto il poeta “il male di vivere”. Se vivere è male.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

VISTI PER VOI Trionfa al Teatro della Filarmonica di Corciano lo spettacolo di Zerogrammi

PerugiaToday è in caricamento