Attualità

Senza pilomat e senza telecamere, viale Indipendenza in balia della sosta abusiva

Protestano i residenti: "Un pilomat funziona e l'altro è stato tolto, ma le telecamere non sono state montate". In via Campo Battaglia, area riservata ai residenti, la sosta è impossibile a causa delle auto abusive

Il pilomat di viale Indipendenza, quello principale, non c’è più dall’estate scorsa (mentre quello accanto è ricomparso e funziona e i residenti si domandano perché) e i residenti lottano ogni giorno contro la sosta selvaggia di auto non autorizzate e senza permesso parcheggiate nei posti che, una volta, erano riservati ai residenti.

C’è il suv gigantesco che con arroganza si piazza davanti a Sant’Ercolano o negli stalli, i furgoni di operai e artigiani senza il permesso carico e scarico rilasciato dal Comune, moto e scooter parcheggiati dove capita, professionisti che mettono un foglio sul cruscotto: “Sto lavorando al civico …”.

Il settore 4, quello in cui rientra viale Indipendenza è molto piccolo (la via in questione, via Campo Battaglia e via XIV Settembre, nulla più) e la chiusura con il pilomat ha attenuato la costante ricerca di un parcheggio. “Il pilomat è stato rotto l’estate scorsa – dice un residente – Il Comune ha deciso di mettere le telecamere del Situ, ma ancora non si vede l’inizio dei lavori e questa zona è stata presa come area di sosta libera. Ogni giorno qualche abusivo lascia l’auto parcheggiata e se ne va”.

Un altro residente chiede informazioni: “È possibile che in un’area riservata ai residente del settore 4 vengano a parcheggiare tutti i possessori di auto elettriche o con il tagliando disabili?. Perché quando esco di casa ce ne sono diverse”.

“Con il pilomat avevamo se non proprio risolto il problema del parcheggio, almeno era attutito, nonostante i furbetti con radiocomandi clonati e permessi farlocchi – ci dice un altro residente – Adesso è tornato tutto come prima, quando qui c’erano le strisce blu e parcheggiava chiunque”.

Nelle proteste periodiche che i residenti hanno inoltrato alla Polizia municipale, infatti, ci sono anche diversi abusi, tra false residenze, radiocomandi clonati e usi scorretti dell’area di sosta. “Sono anni che abbiamo segnalato il rilascio di permesso residenti ad alcuni professionisti che qui hanno lo studio, ma la loro abitazione è altrove – racconta un altro cittadino - Noi residenti vorremmo una lista trasparente e veritiera degli effettivi residenti e loro permesso e chi non ha diritto che venisse depennato”.

Tra le segnalazioni anche quella di fioriere messe al limite del muro dei palazzi per non far parcheggiare, togliendo posti che prima era sempre stati usati.

Più volte è stato richiesto un intervento drastico in via Campo Battaglia, area che sarebbe riservata ai residenti, ma non essendoci più la telecamere, né un pilomat e neanche le strisce, viene occupata tutti i giorni da auto senza permesso o da residenti senza contratto. Il sindaco Romizi e il comandante Caponi hanno fatto un sopralluogo l’anno scorso ed è stato deciso di chiudere l’area con le telecamere già esistenti; ma basta fare un giro in via del Mercato coperto per vedere le auto in sosta lungo la strada e via Campo Battaglia piena di auto, tutte senza permesso. “Quanto interviene la Polizia municipale e quanto dovremo aspettare per l’attivazione delle telecamere 24 ore su 24 per sanzionare i furbetti? Almeno facessero i controlli quotiadina, il Comune incasserebbe un sacco di soldi con le multe” chiede un altro residente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senza pilomat e senza telecamere, viale Indipendenza in balia della sosta abusiva

PerugiaToday è in caricamento