Domenica, 14 Luglio 2024
Attualità Borgo XX Giugno / Via Tancredi Ripa di Meana

Smottamento in via Ripa di Meana, il centrosinistra all'attacco: "A Perugia interventi radicali e spregiudicati"

Interrogazione al sindaco e alla giunta dei gruppi consiliari del centrosinistra: "Preoccupanti smottamenti del terreno in zona Ripa di Meana"

Smottamento in via Ripa di Meana, il centrosinistra di Perugia presenta e doposita un'interrogazione al sindaco e alla giunta per chiedere "che l’Amministrazione comunale si esprima sulle tempistiche circa l’inizio degli interventi in quest’area, chiesto a gran voce dai molti residenti, che incontrano, tra le altre, enormi difficoltà di spostamento, e più in generale su una maggiore trasparenza circa le finalità di queste operazioni e di eventuali altri futuri interventi così significativi sul verde pubblico". 

In questi giorni, scrivono Partito Democratico, Idee Persone Perugia e Rete Civica Giubilei, "abbiamo assistito in quell’area ad un imponente e preoccupante smottamento del terreno dovuto alle abbondanti piogge di questo periodo". Per l'opposizione "il tema purtroppo non è nuovo nè per noi nè per i residenti, che continuano ad esprimere perplessità e preoccupazione circa la tenuta del terreno". 

FOTO - Perugia, smottamento in via Ripa di Meana

E ancora, con il centrosinistra che allarga il campo e punta il faro sulla gestione delle aree verdi di Perugia: "Purtroppo - si legge in una nota - sono sempre più frequenti a Perugia interventi radicali e spregiudicati a danno della vegetazione cittadina, giustificati con l’attività di “cura del verde pubblico” o addirittura da “necessità di bonifica bellica”, come quello avvenuto recentemente lungo via San Domenico, ai piedi di Borgobello".
Secondo l'opposizione di Palazzo dei Priori "l’ultimo episodio, verificatosi a metà febbraio, è avvenuto senza alcuna comunicazione preventiva da parte della Amministrazione comunale, destando perplessità anche nel merito: se di bonifica bellica si trattava andava preallertata la popolazione e si sarebbero dovuti vedere all’opera tecnici specializzati piuttosto che giardinieri. In quell’occasione, anche se in coincidenza con l’inizio di una importante ed annunciata opera di consolidamento del bacino di Santa Margherita, ancora una volta la metodologia seguita e le tardive giustificazioni addotte non hanno risposto agli intenti dichiarati da questa Amministrazione Comunale all’atto del suo insediamento".
In base alla ricostruzione di Pd, Idee Persone Perugia e Rete Civica Giubilei "è già accaduto ripetutamente, infatti, in alcune aree della città che i cittadini si accorgessero al loro risveglio della scomparsa di alcune piante che contribuivano a caratterizzarne il contesto paesaggistico, e in ogni occasione da parte dell’Amministrazione si sono levate spiegazioni tardive, poco chiare e per nulla partecipate o condivise". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smottamento in via Ripa di Meana, il centrosinistra all'attacco: "A Perugia interventi radicali e spregiudicati"
PerugiaToday è in caricamento