rotate-mobile
Attualità

INVIATO CITTADINO Rimosso il gazebo delle polemiche davanti al Brufani

È andata come desiderato da coloro che gridavano all’obbrobrio

Consummatum est. Rimosso il gazebo delle polemiche davanti al Brufani. È andata come desiderato da coloro che gridavano all’obbrobrio.

Una questione che si è dipanata in due fasi. La prima, quella dell’installazione “spoglia”. Ossia la base e poco più.

La successiva: quella dell’apposizione di una delimitazione con sportelli in cristallo che tutelassero un po’ la privacy e difendessero dalla presenza dei piccioni. Infatti, i volatili entravano e si posavano su tavolini e sedie, con evidenti conseguenze di carattere igienico. E poi fu anche istallato un sistema di condizionamento multistagionale che assicurasse confort termico.

Poi lo smontaggio della parte perimetrale. Come dire: un pezzo alla volta. Sia nel costruire, sia nel demolire. 

INVIATO CITTADINO Smontata la parte perimetrale del gazebo davanti al Brufani

Come sempre, i perugini si sono divisi in fazioni: sostanzialmente tre.

La prima, quella dei favorevoli. Che mettevano in evidenza la necessità di ripartire con le attività dopo la crisi pandemica. Un laissez faire, laissez passer, da liberismo economico.

La seconda, quella dei contrari. I quali evidenziavano l’effetto impattante di quel “tamburlano”. Asserendo una parziale verità. Ossia che veniva inibito l’accesso alla splendida balconata da cui si affacciava il poeta perugino Sandro Penna, sentendosi stringere il cuore davanti a quella vista strepitosa.

La terza fazione, quella degli indifferenti. I quali si limitavano ad ascoltare le ragioni degli uni e degli altri senza prendere partito.

C’è stato, addirittura, chi ha affrontato la questione nei termini della lotta di classe. E qui il dibattito è sconfinato nel ridicolo.

Si è a lungo discusso se quel lavoro fosse stato eseguito secondo le regole e in possesso dei relativi permessi. Anche qui, diverse posizioni. Lo smontaggio sembrerebbe avvalorare le posizioni degli scettici.

Sta di fatto che quell’investimento cospicuo (si parlava di 70 mila euro, ma cifre ufficiali non ce ne sono) è ora andato in fumo.

Smontaggio completo. Dalla testa alla base. Panorama pienamente accessibile. Tutti contenti? Forse no.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Rimosso il gazebo delle polemiche davanti al Brufani

PerugiaToday è in caricamento