rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Attualità

INVIATO CITTADINO 40-20-10, ecco lo schema del montaggio-smontaggio del 'Grande Nero' in Piazza IV Novembre

Proseguono alacremente le operazioni di scomposizione del palcone in piazza Grande. Mantenendo alto l’interesse di turisti e curiosi. Ma anche ottemperando a tutte le norme di massima sicurezza

40-20-10, ecco lo schema del montaggio-smontaggio del Grande Nero in Piazza IV Novembre.
Proseguono alacremente le operazioni di scomposizione del palcone in piazza Grande. Mantenendo alto l’interesse di turisti e curiosi. Ma anche ottemperando a tutte le norme di massima sicurezza. “Perché – precisa un operatore – il rischio maggiore è quello di lasciarsi prendere dalla fretta di finire e abbassare la guardia in termini di vigilanza”. Concludendo con la riflessione: “In queste circostanze, l’impazienza è pessima consigliera, come dimostra la serie non piccola di incidenti sul lavoro”. 

FOTO - Montaggio-smontaggio del Grande Nero in Piazza IV Novembre

Osservazioni pienamente condivisibili. Tanto, giorno più o giorno meno, poco cambia. Anche se c’è chi freme. Ma forse, più che per reale necessità, in chiave oppositiva all’evento e alla cosiddetta “occupazione” di uno spazio storico-architettonico meritevole di attenzione, specie da parte dei turisti.

Ma gli addetti sono professionisti di provata esperienza. Messe in sicurezza le preziose componenti di carattere elettrico ed elettronico, adesso non si lasciano prendere dall’ansia e si fanno pure una fumatina appoggiati alla Fontana o vanno a prendersi un momento di ristoro al vicino Caffè del Banco.

Venendo ai numeri 40-20-10.

40 - Quaranta erano gli addetti alle fasi del montaggio. Elettricisti, esperti di elettronica, non solo acrobati in grado di svettare a decine di metri di altezza. Erano in tanti perché toccava fare in fretta e giungere all’appuntamento senza metterne a rischio la riuscita.

20 - Venti sono le maestranze addette allo smontaggio. Ne abbiamo già parlato, ricordando come parte delle componenti lignee e ferrose siano state addirittura demolite e destinate al recupero. 

INVIATO CITTADINO Piazza IV Novembre. Lo spettacolo non è ancora finto

Al momento hanno finito di togliere la schermatura nera che avviluppava la parte alta, fungendo anche da copertura. Ora restano da recuperare le cospicue quantità di tubi da palco, tutte integre e riutilizzabili.

10 - Dieci gli autisti e i relativi mezzi sui quali vengono caricati i materiali riutilizzabili.

Ciascuno, a suo modo, indispensabile per la riuscita di un’operazione che – comunque la si voglia giudicare – ha carattere di eccezionalità. Per imponenza e numero di soggetti attivi coinvolti. Insomma: che sia piaciuta o meno, un’operazione del genere, a Perugia, non s’era mai vista.

Lo stato del corso Vannucci. Il corso è pulito. I tralicci dei due maxischermi smontati. Così come le due maxitorri davanti all’atelier Quintaliani e davanti al Corpo di Guardia di Palazzo dei Priori.

Cosa resta da fare sul palcone. Intanto è stato tirato giù il reticolato che fungeva da copertura. Il traliccio è di fatto a terra. Resta da scomporre e accorpare per tipologia e lunghezza di elementi.

6 - Il grosso del numero 6. Rimangono ancora da smontare le sei torri che fungevano da supporto a tutto l’ambaradan.

Aspettando il mezzo speciale con la gru. Per mettere a terra le torri occorre la gru. Poi si dovrà smantellare, smontare, ridurre ai minimi termini e caricare sui camion.

Per ultima la pedana. Si tratta del lavoro più semplice, fattibile da terra e senza particolari attrezzature che non utensili acconci, mani buone, esperienza.

7 - Le previsioni davano tutto finito per il giorno 7. Resta qualche incertezza. Al massimo, il giorno 8 sarà tutto finito. Oggi, la Befana troverà ancora i residui dei materiali e delle strutture.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO 40-20-10, ecco lo schema del montaggio-smontaggio del 'Grande Nero' in Piazza IV Novembre

PerugiaToday è in caricamento