Domenica, 21 Luglio 2024
Attualità Deruta

Sisma Marocco, la mano tesa di Anci: vestiti e professionisti della ricostruzione

Il presidente Toniaccini ha incontrato la comunità marocchina: "Certo della solidarietà dei Comuni umbri"

Non vestiti o generi alimentari ma medicine, coperte, tensostrutture, denaro e creare una rete di professionisti per aiutare nella ricostruzione. Sono questi gli elementi emersi durante l’incontro con i rappresentanti delle comunità marocchine in Umbria, promosso dal presidente di Anci Umbria Michele Toniaccini, per parlare dell’emergenza post terremoto, che ha colpito il Marocco nei giorni scorsi. Presenti anche Silvio Ranieri, segretario generale Anci Umbria, Paolo Scura, presidente regionale Croce Rossa, e Claudio Serrani, presidente regionale Rosa dell'Umbria.

Nel corso dell’incontro Mustapha Azzab, in rappresentanza dell’associazione comunità marocchina in Umbria, ha chiesto un sostegno fattivo per la ricostruzione di case e fabbricati mentre Hadi, rappresentante regionale del comitato dei centri culturali islamici, ha sottolineato che servono beni come medicine, coperte e tensostrutture per affrontare l’inverno.

“Sono certo che i sindaci umbri sono pronti ad intervenire con lo spirito di unità, di condivisione che ci ha sempre tenuti uniti e che ci ha distinto anche nei momenti più difficili e drammatici dell’emergenza sanitaria. Mercoledì 20 settembre porterò all’Ufficio di presidenza anche questo punto. Discuteremo e ci confronteremo sul come agire, come portare il nostro supporto concreto alle popolazioni colpite dal sisma e per i nostri concittadini che si trovano in Italia e che magari hanno bisogno di un supporto da parte delle istituzioni”, ha affermato infine Michele Toniaccini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sisma Marocco, la mano tesa di Anci: vestiti e professionisti della ricostruzione
PerugiaToday è in caricamento