Attualità

Coronavirus, il 7 gennaio si torna a scuola al 50%. Ecco gli istituti che hanno già predisposto la turnazione

Walter Ricciardi, consulente di Roberto Speranza, ministro della Salute, ha affermato che per prevenire l'impennata dei contagi la scuola non dovrebbe riaprire prima di metà gennaio

Le scuole si preparano a riaprire seguendo le indicazioni ministeriali che vogliono didattica in presenza e da casa al 50%. Walter Ricciardi, consulente di Roberto Speranza, ministro della Salute, però, ha affermato che per prevenire l'impennata dei contagi la scuola non dovrebbe riaprire prima di metà gennaio, con l’estensione della zona rossa fino a tale data.

Le scuole umbre, nel frattempo, si preparano. All’istituto Capitini, ad esempio, è già pronto il piano di riorganizzazione delle attività didattiche dal 7 gennaio 2021. Il consiglio di istituto “ha adottato il criterio di riservare le lezioni in presenza nel primo periodo alle classi di nuova formazione e alle quinte”, stabilendo anche un calendario “al fine di garantire per il primo periodo (dal 7 gennaio al 16 gennaio 2021) la presenza a scuola del 50% degli alunni”.

Rientrano a scuola, quindi, tutte le prime classi e le quinte, e una cernita di terze classi.

Le lezioni in presenza si svolgeranno a classi intere e con un unico turno di ingresso a scuola alle ore 8.

Al liceo Jacopone di Todi si punta sull’attività didattica in presenza al 50 per cento, con una “turnazione delle classi nel periodo dal 7 al 30 gennaio 2021, con l’indicazione della sede e dell’aula per le lezioni in presenza di ciascuna classe”. Precisando che se dal Ministero dovessero arrivare indicazioni diverse “il prospetto della turnazione delle classi sarà conseguentemente rivisto e modificato.

Dal 7 al 9 gennaio 2021 e terza settimana dal 18 al 23 gennaio 2021 rientrano le “classi prime, quinte e terze indirizzi scienze umane e classico in presenza, le altre a distanza”.

Nella seconda settimana dall’11 al 16 gennaio 2021 e quarta settimana dal 25 al 30 gennaio 2021 rientrano le “classi seconde, quarte e terze indirizzi linguistico e scientifico in presenza, le altre a distanza”.

Anche la liceo Mariotti di Perugia si è scelta la strada della didattica digitale integrata con l’alternanza di classi intere e turnazione settimanale, ma lo “schema delle classi in presenza e a distanza sarà comunicato in tempo utile”, mentre “i docenti che nella stessa giornata hanno lezione in classi in presenza e classi a distanza si collegheranno con queste ultime da scuola”.

Al Pieralli di Perugia ingresso a scuola consentito dalle ore 7.50 e articolazione delle lezioni su 6 ore, con turnazione al 50%. Tutte le classi del biennio che svolgono sei ore di attività didattica usciranno alle ore 13:35 mentre le classi del triennio che hanno sei ore di attività didattica usciranno alle 13:45.

Gli alunni di tutte le classi sono stati ripartiti in due gruppi che “saranno presenti a scuola in modo alterno”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il 7 gennaio si torna a scuola al 50%. Ecco gli istituti che hanno già predisposto la turnazione

PerugiaToday è in caricamento