Attualità

L'acropoli come palestra per i ragazzi della scuola perugina "Ugo Foscolo"

Unire esercizio fisico e conoscenza della città in un progetto didattico significativo

L'acropoli come palestra per i ragazzi della Foscolo. Perché no? Unire esercizio fisico e conoscenza della città. Per un’iniziativa educativa e didattica di grande interesse e di assoluta originalità.

Abbiamo visto, nella mattinata di ieri, gruppi di ragazzi correre intorno alla Fontana Maggiore. Poi stendere a terra tappetini colorati ed esercitarsi in stretching e flessioni.

Li accompagnava il professor Giorgio Pallozzi, referente del progetto che costituisce un punto qualificante del Piano Educativo elaborato da un Collegio dei docenti coraggioso e preparato.

Trekking urbano definito “camminare per conoscere”.

Come si svolge il percorso didattico? (abbiamo chiesto al professor Pallozzi)

“Si parte dalla zona di via Pinturicchio, sede centrale della scuola, e si percorrono significative strade urbane”.

Quali?

La stessa antica via del Ramerino, passando per l’Arco Etrusco, via Ulisse Rocchi, piazza Danti, via delle Volte, lambendo la chiesa cattedrale e raggiungendo piazza IV Novembre”.

Sono previste soste?

“Naturalmente: si effettuano vari step. E ad ogni sosta corrisponde una descrizione storico-artistica delle emergenze monumentali incontrate, con riferimento alla storia della città e alle storie dei personaggi”.

Chi effettua le spiegazioni?

“Sono gli stessi ragazzi che si alternano nel ruolo di cicerone, spiegando ai propri compagni i punti salienti della città e della sua storica identità”.

Abbiamo personalmente assistito all’illustrazione della Fontana da parte di un ragazzo entusiasta e competente. Cosa notevole: i compagni lo ascoltavano.

Erano presenti, e commentavano positivamente l’iniziativa, l’amico don Saulo Scarabattoli, figura eminente della curia perugina, e Angelo Valentini, personaggio noto e apprezzato per le sue doti di cultura e umanità. Due esponenti della Polizia Municipale si sono avvicinati per verificare se l’iniziativa disponesse delle necessarie autorizzazioni. Accertamento legittimo e risposte coerenti.

Un esperimento di certo significativo. Un bravo di cuore alla scuola Foscolo, a dirigente e docenti. E, last but not least, ai suoi ottimi allievi.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'acropoli come palestra per i ragazzi della scuola perugina "Ugo Foscolo"

PerugiaToday è in caricamento