rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Attualità

Intitolazione del Santa Giuliana a Ilario Castagner, primo sì in commissione

Ordine del giorno approvato all'unanimità

L'omaggio della città al mister del 'Perugia dei miracoli'. La IV commissione del Comune di Perugia, presieduta da Michele Cesaro, ha approvato all’unanimità (13 voti favorevoli) l’ordine del giorno presentato da Michele Nannarone (FdI) e Francesco Zuccherini (Pd), nel frattempo sottoscritto da tutti i consiglieri, che impegna il sindaco e la giunta "a intitolare a Ilario Castagner lo stadio-arena Santa Giuliana cambiando la denominazione come segue: Stadio (o Arena) Santa Giuliana – Ilario Castagner".

Nell'ordine del giorno, ha spiegato il consigliere Nannarone in commissione, "anche alla luce del dibattito nato subito dopo la morte di Castagner, si individua nel Santa Giuliana il luogo da intitolargli perché lì ha iniziato la sua carriera e ha conquistato la promozione in A nel ’74-’75; inoltre, l’arena, parte del complesso di Santa Giuliana, rappresenta una sorta di monumento cittadino". L’atto, è stato sottolineato, "non propone, comunque, di eliminare il nome “Santa Giuliana”, di natura storica, ma di aggiungere ad esso quello di Ilario Castagner".

Nannarone, riporta una nota del Comune di Perugia, "ha reso anche noto che Michele Nappi, ex giocatore del Perugia di Castagner, pur non potendo essere presente in commissione come ospite, ha comunicato di essere favorevole alla proposta".

Federico Castagner, figlio di Ilario, prosegue la nota del Comune, "ha ringraziato per un’iniziativa molto apprezzata dalla famiglia anche per la sua natura bipartisan e al di sopra della politica". Il Santa Giuliana – ha aggiunto - "per la famiglia Castagner rappresenta tutto: lì il padre ha iniziato la carriera da allenatore e ha mosso i primi passi da calciatore (nel ’63 vinse la classifica dei cannonieri della serie C)".

Franco Vannini, ex calciatore del Perugia di Castagner, si è detto "favorevole alla proposta dei consiglieri per ricordare un uomo che per lui ha rappresentato un compagno di squadra e un amico. Il Santa Giuliana è il luogo più adatto per l'intitolazione in quanto si tratta di un monumento rappresentativo della città. All’interno si dovrebbe allestire uno spazio per raccontare la storia dello stadio. Sarebbe anche opportuno organizzare tornei di ragazzi pensando a una Coppa Castagner".

Alfredo Novellino "ha auspicato che l’iniziativa dell’intitolazione vada senz’altro in porto. Castagner, dal quale personalmente ha ricevuto molto in tre anni di serie A con il Perugia, a suo avviso è stato una persona perbene che ha saputo formare una squadra simile a una famiglia e che merita appieno un tributo da parte della città".

Secondo Andrea Arena, rappresentante del mondo sportivo, "si sta parlando di un personaggio che rappresenta un’epoca e dei valori: il Perugia dei miracoli, infatti, è stato sinonimo di fair play e Castagner si è contraddistinto per eleganza e discrezione. Intitolargli un impianto in cui non si fa più calcio ma che ospita comunque eventi, sportivi e non, come Umbria Jazz, servirà a diffondere il suo nome e la cultura che rappresenta. Oltre all’intitolazione, all’interno del Santa Giuliana sarebbe anche opportuno dare vita a uno spazio dove sia possibile ripercorrere le gesta di Castagner e della Perugia sportiva, una sorta di museo". Per Arena il nome di Castagner "si potrebbe in aggiunta usare in ambito strettamente calcistico, tenuto conto che in questo periodo si parla anche di un nuovo stadio. L’importante è non perdere il momento".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intitolazione del Santa Giuliana a Ilario Castagner, primo sì in commissione

PerugiaToday è in caricamento