Lunedì, 21 Giugno 2021
Attualità

Sant’Egidio, inaugurata la Panchina rossa contro la violenza sulle donne

L’iniziativa nata dall’impegno dei giovani alunni della Scuola Primaria

Inaugurata la panchina rossa, simbolo della lotta alla violenza sulle donne, nel piazzale antistante la Scuola Primaria di Sant’Egidio. All'inaugurazione sono intervenuti il sindaco di Perugia, Andrea Romizi e gli assessori Edi Cicchi ed Otello Numerini.

La cerimonia, fortemente voluta dai bambini e dal corpo docente, ha coronato un percorso formativo che ha visto protagonisti i venti alunni della classe terza con l’insegnante Rosaria Becchimanzi ed ha poi coinvolto anche i ragazzi delle classi quarta e quinta.

La maestra, presentando l’iniziativa, ha ricordato come solo apparentemente un argomento così forte può apparire lontano dalla purezza dei bambini: in realtà la violenza subdola e tacita può celarsi nei posti più impensabili e vicini, per questo va riconosciuta e condannata. Inoltre, a fronte di tanti femminicidi, altrettanti piccoli orfani sono vittime dirette e troppe volte dimenticate. La maestra ha poi ricordato come, partendo dal 25 novembre, data in cui si celebra la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, gli alunni abbiano approfondito l’argomento nel corso dell’anno scolastico, analizzando anche il piano d’azione dell’ONU denominato Agenda 2030 che, al punto 5, prevede la lotta per la parità di genere e l’uguaglianza tra tutti gli individui. Non solo: la visione di cortometraggi sull’argomento e l’analisi di una poesia di Alda Merini “Sorridi donna” sul tema della resilienza hanno talmente appassionato i giovani cittadini da spingerli a formulare, tramite una efficace videolettera, la richiesta formale al Municipio di Perugia di avere una “loro” panchina rossa.

Parole di plauso anche da parte di Franca Rossi, dirigente dell’Istituto Comprensivo Perugia 13, che ha riconosciuto “come donna e come cittadina” l’importanza dell’iniziativa. La dirigente ha sottolineato anche lo spirito di collaborazione che da sempre vede protagonista la comunità di Sant’Egidio e la scuola locale. Alla realizzazione dell’opera, infatti, hanno fattivamente collaborato, oltre alla docente di sostegno Chiara Martini, anche genitori e nonni di alunni che sono stati orgogliosamente citati: Filippo Menna ha collaborato per la videolettera; Angelo Peruccaccia ha pitturato la panchina con la vernice messa a disposizione dalla ditta di Riccardo Codini; Fausto Bragetti è l’autore del dipinto “Il volo di Pitti” che decora la seduta. Le scarpe rosse messe sulla panchina sono opera dello scultore locale Fernando Stoppini, al quale è stato chiesto di posizionare una scarpetta in piedi e l’altra riversa, al fine di evocare al contempo la forza e la dignità delle donne, ma anche le loro vite spezzate dalla violenza. Il parroco, don Antonio, ha fornito l’impianto di amplificazione. Anche l’Associazione Sportiva S. Egidio ha fattivamente collaborato provvedendo al trasporto della panchina. A corredo del piccolo monumento, grazie ai genitori della classe terza e soprattutto alla loro rappresentante Alessandra Mantovani, è stata apposta anche una targa recante i versi della poesia “Sorridi donna” e il numero telefonico antiviolenza e stalking 1522, nonché i ringraziamenti a tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione di questo importante simbolo della lotta contro il femminicidio.

Ringraziamenti anche nell’intervento del sindaco Romizi il quale, dopo il taglio del nastro, ha elogiato la maturità dimostrata dai suoi giovani concittadini e ha altresì ricordato l’emozione nel ricevere il videomessaggio dei piccoli alunni in un tempo di distanziamento sociale che ha reso tutti più tristi e più soli.

Anche Edi Cicchi, assessore alle Politiche sociali e alle Pari opportunità, si è detta entusiasta dell’iniziativa degli scolari di Sant’Egidio “perché non è mai troppo presto per parlare di violenza e di come prevenirla” e ha svelato che presto, in tante aree verdi della città di Perugia, troveranno posto numerose panchine rosse, grazie ad un concorso che sarà indetto su questo tema in collaborazione con le Proloco del territorio. La cerimonia dopo i saluti del presidente dell’Associazione Sportiva, sig. Elio Censi, si è conclusa con la consegna al sindaco Romizi, alla dirigente scolastica Franca Rossi e alla referente di plesso Alice Panzolini di un quadro disegnato dalla studentessa Caterina Fraleoni, raffigurante in primo piano la panchina rossa e sullo sfondo i principali simboli di Sant’Egidio (la torre, la Chiesa e la Scuola); infine sono state consegnate pergamene a tutti coloro che hanno reso possibile la cerimonia e hanno collaborato fattivamente alla sua realizzazione.

La panchina rossa di S. Egidio da oggi in poi sarà un segno forte di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne per tutti coloro che, a vario titolo, passeranno davanti a questo piccolo plesso di Scuola Primaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sant’Egidio, inaugurata la Panchina rossa contro la violenza sulle donne

PerugiaToday è in caricamento