Coronavirus ed emergenza nel settore sanità in Umbria, la Regione convoca i sindacati

Sul tavolo le questioni relative ad organici, organizzazione dei servizi e problemi di sicurezza

La Regione Umbria ha convocato i sindacati per discuture delle problematiche legate all'emergenza sanità.

I lavoratori della sanità regionale hanno proclamato lo stato di agitazione e la Regione ha convocato Cgil, Cisl e Uil per domani alle ore 15.30, in modalità videoconferenza, per un incontro sulla "prosecuzione del tavolo di confronto regionale sulle tematiche afferenti il personale delle aziende del sistema sanitario regionale".

Secondo i sindacati ci sarebbero gravi vuoti di organico, disorganizzazione nei servizi, problemi di sicurezza nel mondo della sanità regionale alle prese con l'emergenza Covid19.

"Tematiche che toccano non solo i lavoratori della sanità, ma anche, direttamente ed indirettamente, i cittadini, perché se il sistema di prevenzione ed assistenza non è in grado di rallentare i contagi e di curare tempestivamente i malati, la sanità va in sofferenza ed è necessario adottare misure più restrittive - sottolineano i sindacati - Una situazione che non solo, dunque, genera maggiori rischi per la salute, ma che produce anche ingenti danni economici".

Alla Regione verrà chiesto un cambio di passo e di metodo nella gestione di un'emergenza che sta letteralmente travolgendo l’Umbria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 9 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'11 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento