menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanità, il sindaco Bacchetta annuncia investimenti per 3 milioni di euro per l’ospedale

“Impegni importanti per una struttura che sotto Covid19 ha fatto una coraggiosa operazione di solidarietà, vigileremo perché siano rispettati dalla Regione”

Investimenti per oltre tre milioni di euro per l'ospedale di Città di Castello che nell'emergenza Covid19 ha lavorato bene e merita di essere valorizzato. E' l'annuncio del sindaco Luciano Bacchetta in risposta all’interrogazione dei consiglieri del Pd Mirko Pescari, Vittorio Massetti, Massimo Minciotti, Letizia Guerri e Luciano Tavernelli.

Il sindaco ha riferito in aula i contenuti di una comunicazione dell’ex commissario straordinario dell’Usl Umbria 1 Silvio Pasqui, illustrando le previsioni del piano per la fase 3 dell’emergenza da Covid-19 stilato dalla Regione, che è stato inviato al Ministero e prevede per l’ospedale di Città di Castello una serie di interventi per un investimento di oltre 3 milioni di euro complessivi.

Per la Terapia intensiva è previsto un ampliamento della disponibilità di posti Ietto e l'acquisizione di dotazioni strumentali (4 posti Ietto in più) in una superficie interessata di circa 180 metri quadrati con un investimento stimato di 290mila euro e lavori della durata di 2 mesi.

Prevista la trasformazione dell’area destinata ad ambulatorio protetto in area intensiva con l’acquisizione di 6 posti Ietto, per una superficie interessata di circa 320 metri quadrati, un investimento stimato in 860mila euro e una durata dei lavori di 5 mesi.

La Terapia semintensiva sarà adeguata attraverso interventi impiantistici, sia mediante l’acquisizione di 14 posti letto, di cui 8 per Pneumologia e 6 per Malattie Infettive, per una superficie interessata di circa 450 metri quadrati, un investimento stimato in 380mila euro e lavori della durata di 2 mesi (esclusi affidamenti di incarichi e progettazione).

Il Pronto soccorso sarà oggetto di interventi strutturali e impiantistici con lo spostamento dell'area cardiologica presso la sede della Medicina dello sport e la riallocazione della stessa in struttura extra-ospedaliera; la realizzazione di percorsi separati attraverso l’installazione di una pensilina in prossimità della Camera calda e di una struttura esterna per il pre-Triage. La superficie interessata dall’intervento sarà di circa 1.230 metri quadrati, per un investimento stimato in 1 milione 220mila euro e una durata dei lavori di 12 mesi (esclusi affidamenti di incarichi e progettazione).

Prevista la realizzazione di un percorso separato tra Oncologia Medica e Radioterapia, per una superficie interessata di circa 400 metri quadrati, un investimento stimato in 350mila euro e una durata dei lavori di 5 mesi (esclusi affidamenti di incarichi e progettazione).

Il sindaco ha riferito che sono allo studio soluzioni di vario tipo per la Rsa, di cui con la realizzazione delle aree Covid al terzo piano dell’ospedale non è stata attuata un'esternalizzazione, ma si è proceduto alla collocazione dei pazienti presso il proprio domicilio, laddove possibile, o presso residenze protette, i cui posti Ietto complessivi disponibili sono stati aumentati di 6 unità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento