Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

INVIATO CITTADINO San Francesco al Prato, occhio alle buche

Quelle buche sono veramente parecchie e pericolose. Stanno lì da anni e nessuno fa niente per risolvere il problema

Gianluca Papalini, autore della segnalazione

Complesso monumentale di San Francesco al Prato, davanti a San Bernardino… attenti alle buche. Le cose sono due: o si segnalano o si attappano. Non si tratta, peraltro, di un lavoro impegnativo o costoso: basta qualche palata di terra. Ma, se non si fa niente, si rischia di rimetterci qualche osso. In particolare, rischiano grosso quanti ci portano abitualmente i cani a sgambare.

Intendiamoci: la cosa non è di oggi, ma è ormai corretto definirla “storica”. Come dimostrano – raccolti in fondo alle buche – le cicche, i tappini di birra e altro presidio di carattere sanitario… che non ci piace documentare.

Quelle buche sono veramente parecchie e pericolose. Stanno lì da anni e nessuno fa niente per risolvere il problema.

Ve ne sono tre vicino alla splendida Cappella coi bassorilievi di Agostino di Duccio. Ma ce n’è una, veramente importante, a lato di un albero abbattuto anni fa, del quale resta la base rinsecchita. Il defensor civitatis Gianluca Papalini – cui siamo debitori di numerose segnalazioni su quanto non va in città – ci ha mostrato, entrandoci con una gamba, la profondità veramente preoccupante.

Con la bella stagione, abbiamo visto torme di giovani distesi sul prato a prendere il sole, a cantare e socializzare. E qualcuno perfino a scambiarsi effusioni che fanno bene al cuore. Tutto bene, dunque. Salvo quelle buche, assolutamente da chiudere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO San Francesco al Prato, occhio alle buche

PerugiaToday è in caricamento