La Via di Francesco, l'Umbria protagonista nella nuova monografia Meridiani Cammini

Nel volume un'intervista a monsignor Paolo Giulietti: "Sono i luoghi e la terra che ci parlano per scoprire e in qualche modo rivivere l’esperienza spirituale del Poverello"

La via di Francesco è "una bellissima occasione per attraversare il cuore verde d’Italia, dalla Toscana sud-orientale lungo tutta la linea appenninica dell’Umbria, dove la natura è ancora la protagonista assoluta e la storia si respira a ogni pietra e ogni borgo. Ma soprattutto l’occasione per fare i conti con quell’inquietudine che è la nota più evidente della contemporaneità, quell’insoddisfazione smaniosa che ci muove ogni giorno".

Il cammino di san Francesco che segue l'itinerario La Verna, Pieve Santo Stefano, Sansepolcro, Citerna, Città di Castello, Pietralunga, Gubbio, Valfabbrica, Perugia, Assisi, è al centro della monografia “Via di Francesco” di Meridiani Cammini.

Il racconto di circa 200 chilometri di cammino, con tappe percorribili anche in bicicletta o in sella al cavallo, che permettono di conoscere tradizioni antiche come quella rappresentata dalle piante medicinali e riportare alla luce le memorie storiche della comunità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel volume una llunga intervista a monsignor Paolo Giulietti, arcivescovo di Lucca e già vescovo ausiliare a Perugia, nonché camminatore appassionato che spiega come mai questa Via è un unicum: "Ogni percorso di pellegrinaggio ha un suo messaggio; nei grandi itinerari storici esso vive a molteplici livelli: storico, artistico, spirituale, culturale. Nelle nuove vie – e la Via di Francesco è una di esse – esso si lega a caratteri diversi. In questo caso, si tratta senza dubbio della possibilità di scoprire e in qualche modo rivivere l’esperienza spirituale del Poverello. Più che l’itinerario, sono i luoghi e la terra che ci parlano, facendoci rileggere quasi dall’interno le gesta narrate dalle Fonti (libro indispensabile). La presenza francescana è ben viva lungo la Via, con diversi conventi e monasteri ancora abitati e i cui religiosi sono ben contenti di incontrare - a volte anche di ospitare - i pellegrini per aiutarli a meglio comprendere la figura e il messaggio di Francesco".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un borgo umbro tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • "Aiutatemi", ragazzo trovato nella notte legato a un albero: indagano i carabinieri

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Giovani coppie, single e famiglie con un solo genitore, dalla Regione quasi 4 milioni per l'acquisto della prima casa

  • Linea Verde Life fa tappa a Perugia ed elogia l’Antica Latteria di via Baglioni (le immagini)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento