Martedì, 18 Maggio 2021
Attualità

La Regione dà il via libera a feste e sagre, ma il Comune di Marsciano vieta anche quelle di un solo giorno

La decisione: "Evitare assembramenti in occasione di momenti di convivialità" che potrebbero favorire contagi e scarsi controlli per la salute pubblica

La Regione ha dato il via libera, seppur con paletti precisi, ma il Comune di Marsciano sospende feste e sagre paesane fino al 10 settembre 2020, anche se limitate ad una sola giornata.

L’ordinanza interviene nell’ambito delle misure adottate per il contenimento della pandemia da Coronavirus. Il Comune ritiene di dover adottare "ogni possibile strumento atto ad evitare assembramenti in occasione di momenti di convivialità, quali sono appunto feste paesane e sagre, che, pur divenuti una costante della socialità del territorio, ben difficilmente potrebbero assicurare adeguati livelli di vigilanza sulla osservanza di norme e prescrizioni imposte dalla specifica normativa Covid-19".

La decisione tiene conto anche del fatto "che la somministrazione temporanea di cibi e bevande da parte di soggetti non professionisti, che le caratterizza, risulta essere un’attività sottoposta a elevato rischio di contagio per caratteristiche e modalità specifiche, specialmente negli eventi occasionali e non professionali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione dà il via libera a feste e sagre, ma il Comune di Marsciano vieta anche quelle di un solo giorno

PerugiaToday è in caricamento