menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO I ritratti dei grandi di MaMo in vetrina da Castagner

Adesso è in vetrina da Castagner una Vanoni superba. Il pezzo originale è stato venduto e MaMo ne ha rifatto un altro simile, ma con connotazioni diverse. Vedere per credere

Repliche, non multipli, i ritratti dei “grandi” proposti da MaMo, in vetrina da Castagner, in via Pinella.

Vocazione artistica adulta, Massimiliano MaMo Donnari è particolarmente versato nella ritrattistica. Intendiamoci: non parliamo di dipingere in punta di pennello. Massimiliano, infatti, crea composizioni materiche che portano all’individuazione dell’effigiato anche andando oltre la semplice riproduzione fisiognomica. Oltre ai dati personali, MaMo propone oggetti che appartengono all’aspetto simbolico del personaggio ed entrati ormai stabilmente nell’immaginario collettivo.

Si evidenzia così l’orologio sopra il polsino dell’Avvocato, il mestolo di Vissani, il telefono di Barton, la macchina rossa e gli occhiali scuri di Enzo Ferrari, e tanti altri elementi connotativi della personalità e dell’attività professionale svolta.

Alcuni ritratti, in particolar modo, hanno avuto un successo straordinario. Tanto che l’artista è stato sollecitato a replicare. Non ha certamente reiterato i committenti specifici, ma quei personaggi che godono di un successo ampio e meritato. E che vanno, dunque, per la maggiore.

Può così accadere di vedere la regina Elisabetta in più versioni che vanno a ruba. Elemento connotativo stabile – manco a dirlo – la corona reale. Ma il resto diverge dal primo modello. Dunque, non si tratta di multipli: nel senso che non sono riproposizioni identiche, ma lo stesso soggetto con varianti.

Adesso è in vetrina da Castagner una Vanoni superba. Il pezzo originale è stato venduto e MaMo ne ha rifatto un altro simile, ma con connotazioni diverse. Vedere per credere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento