Riserva Mondiale della Biosfera Unesco del Monte Peglia, una risorsa per l'umanità: oggi la visita dell'Ambasciatore di Francia

Nel corso della visita diplomatica si è svolto anche un incontro sull'attuazione concreta dell'Accordo di Parigi sul clima

La Riserva Mondiale della Biosfera Unesco del Monte Peglia in Umbria, modello di governance indipendente premiato dall'Unesco, ha ricevuto oggi la visita dell'Ambasciatore di Francia in Italia, Christian Masset. A cinque anni dell’Accordo di Parigi sul clima, il diplomatico ha visitato il sito premiato dall’Unesco.

COme ha ricordato di recente il presidente francese, Emmanuel Macron, l'obiettivo 2030 è quello ridurre di almeno il 55% le emissioni di gas serra.

L’Ambasciatore Masset ne è convinto: “Da Parigi a Glasgow passando per Roma dobbiamo raccogliere la sfida per il mondo sostenibile del futuro”. Nell’ambito della COP26 che si terrà nel 2021 e insieme all’Italia anche alla presidenza del G20, la Francia continuerà ad innalzare l’ambizione per il clima. La Riserva della Biosfera Unesco del Monte Peglia è un esempio concreto di questa ambizione” sottolinea l’Ambasciatore.

Al centro della visita odierna un incontro da titolo "La Riserva della Biosfera Unesco del Monte Peglia attuazione concreta dell'Accordo di Parigi sul clima", che ha permesso di "rievocare i principi dell'Accordo di Parigi la cui realizzazione è l'obiettivo della nostra Riserva Mondiale” dichiara l'avv. Francesco Paola, Presidente della Riserva.

Nel corso dell'evento ci si è confrontati sulle soluzioni più efficaci da attuare e le risposte da dare alle crisi climatiche ricorrenti, nonché agli effetti che esse determinano a cominciare dalla salute umana, ma anche sulle potenzialità dell’attuale situazione ai fini di forme rinnovate di coesione internazionale. Inoltre ci si è interrogati su quali siano le forme di governance innovative per  diffondere queste sensibilità e consapevolezze globali.

Nell'incontro sono stati illlustrati i progetti che la Riserva mondiale sta promuovendo, tra cui il progetto di Cattedra Unesco proprio sul tema "Crisi climatiche, Relazioni internazionali e Diritti umani" con l'Università di Perugia, il progetto di scuola su "Mutamento climatico e salute umana" con l'Università Cattolica del Sacro Cuore e l'Istituto Superiore di Sanità, prodromico anche esso a Cattedra Unesco; infine l'istituzione del percorso podistico nazionale e internazionale “Le Vie del Peglia”, simbolo di coesione, all'interno della Riserva Mondiale, in cooperazione con la Federazione Italiana di Atletica e, per la parte tecnica, con la Agenzia Forestale Regionale dell'Umbria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 9 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'11 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento