menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti, in Umbria siamo sempre più virtuosi: cresce la raccolta differenziata, tutti i dati dei Comuni

I dati dei Comuni umbri sulla raccolta differenziata: "La nostra regione sta marciando nella direzione giusta"

Buone notizie sul fronte rifiuti in Umbria. E’ quanto emerge dai dati presentati oggi sulla produzione dei rifiuti urbani e della raccolta differenziata relativa al 2017. Un dato su tutti, come ha spiegato l’assessore regionale all’Ambiente, Fernanda Cecchini, è che “in Umbria continua a calare in maniera significativa la quantità dei rifiuti prodotti e a crescere la differenziata con un aumento dal 2015 al 2017 di oltre 11 punti percentuali. "Nonostante non sia stato raggiunto complessivamente a livello regionale l’obiettivo del 65% fissato per il 2017 - spiega l'assessore - si sta procedendo velocemente".

“Dobbiamo far di più - ha sottolineato l'assessore - ma i risultati conseguiti grazie all’impegno dei Comuni, dei gestori e dei cittadini ci fanno ben sperare che nel 2018 si possa arrivare a raggiungere almeno il 70 per cento di raccolta differenziata”. 

I DATI  La produzione totale dei rifiuti è risultata pari a 452.245 tonnellate, in calo rispetto al 2016 di 19.217 tonnellate (-4,08%). Dal 2010 ad oggi si è assistito ad un calo nella produzione totale dei rifiuti prossima a 100.000 tonnellate (97.000 tonnellate), pari ad una riduzione percentuale del 17,6%.

Tutti i sub-ambiti indicano riduzione nella produzione. È il sub-ambito 4 (in cui sono ricompresi Terni, Orvieto, Narni) che registra il calo più significativo (-7,5%), più che doppio rispetto a quello del 2016.   La riduzione della produzione si riverbera anche sulla produzione pro-capite: si passa dai 529 kg/abitante del 2016 a 509 kg/abitante del 2017.

Nel sub-ambito 2 (che comprende 24 comuni fra cui Perugia, Assisi, Corciano, Todi, Marsciano) non ci sono variazioni significative rispetto al 2016. Per quanto riguarda il sub-ambito 3 (in cui ricadono fra gli altri Foligno, Spoleto e i centri della Valnerina) permane la situazione di “storico ritardo” su cui pesa, nei piccoli comuni della Valnerina, la problematica connessa alla gestione post-sisma. Spoleto non riesce a migliorare in maniera sostanziale il suo basso risultato (45,9%).

Nel sub-ambito 1 (14 comuni dell’area dell’Altotevere ed Eugubino Gualdese) c’è un significativo aumento pari a 3,4 punti percentuali, ma il valore raggiunto (57,5%) resta ben al di sotto dell’obiettivo del 60% fissato per il secondo semestre 2016.

In totale il valore di raccolta differenziata è pari al 61.8 per cento. Valore "superiore alla media nazionale" anche se non è stato coseguito l'obiettivo del 65 per cento previsto di raccolta differenziata. Cosa comporta?  Sia l’applicazione della sanzione per il mancato raggiungimento dell’obiettivo di raccolta differenziata, (così come disciplinato dall’art. 21 della l.r.11/2009), sia l’applicazione, relativamente alla cosiddetta Ecotassa, di un’addizionale in misura fissa del 20% al tributo a carico dei Comuni che non hanno raggiunto l’obiettivo del 65% di raccolta differenziata ovvero di una riduzione del tributo, compresa tra il 30% e il 70%, in funzione della quota percentuale di superamento del livello di raccolta differenziata a favore dei Comuni che invece hanno raggiunto l’obiettivo del 65 per cento. 

Gli altri dati riguardano le frazioni merceologiche: nel 2017, su un totale di 279.540 tonnellate, 118.516 tonnellate sono della frazione organica (42% del totale), 57.319 tonnellate di carta (21%), 28.805 tonnellate di vetro (10%), 26.127 tonnellate di plastica (9 per cento), 12.351 tonnellate di legno (4%), 6.318 tonnellate di metallo (2%), 4.525 tonnellate di Raee, cioè rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (2%), 2.081 tonnellate di tessili (1%), 20.452 tonnellate di inerti (7%) e 3.046 tonnellate di altra raccolta differenziata. Rispetto al 2016, c’è un lieve incremento per plastica, legno, Raee ed inerti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento