Rifiuti abbandonati, ripulita una parte dell'area industriale di Ponte San Giovanni

I volontari mobilitati dal Movimento dello sconforto generale di nuovo all'opera

Dalla pagina Facebook Movimento dello sconforto generale

Richiamati dall'ormai consueto tam tam via Facebook, i volontari si sono ritrovati nella zona industriale di via Thomas Alva Edison, a Ponte San Giovanni, rispondendo all'appello del gruppo Movimento dello sconforto generale che dalla sua fondazione, nel 2014, ha come obiettivo quello di una "rivoluzione del buonsenso" fatta da piccole grandi azioni, come ripulire un'area dai rifiuti abbandonati senza freno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ultima iniziativa, come detto, si è svolta a Ponte San Giovanni, in un parcheggio nei pressi dell'area industriale, dove sono stati raccolti chili e chili di rifiuti di ogni genere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Massacra la madre a furia di pugni e calci, cerca di bruciarla viva e poi scappa: catturato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento