"La resilienza delle famiglie al tempo del Covid-19": il 2 Luglio una diretta social con Perugia protagonista

Si tratta di un viaggio fra i comuni italiani "Amici della famiglia" per raccontare come le famiglie hanno vissuto l'emergenza sanitaria

Le famiglie al centro di una iniziativa nazionale che vuole raccontare il difficile tempo del Coronavirus vissuto nel quotidiano, tra fatiche e opportunità. Giovedì 2 luglio, alle ore 11, sulla pagina Facebook "Family in Italia" e sull'omonimo canale Youtube, il Comune di Perugia sarà protagonista di una tappa del viaggio virtuale lungo la Penisola, tra i Comuni family friendly. Perugia ha infatti ottenuto nel 2019 questa importante certificazione, segno dell'impegno profuso nelle politiche familiari e nel mettere il benessere della famiglia al centro della società.

Si tratta di un viaggio virtuale tra i Comuni italiani amici della famiglia con 12 seminari, della durata di un’ora ciascuno, in cui vengono presentate la metodologia di lavoro, le misure del Piano famiglia del Comune ospitante (comprese anche quelle legate all’emergenza epidemiologica Covid19) e la testimonianza delle famiglie e delle associazioni familiari assieme a delle pillole di competenza espresse da voci autorevoli ed esperte.

Perugia sarà toccata da questo viaggio appunto il 2 Luglio, e al collegamento parteciperanno il sindaco di Perugia, Andrea Romizi, S.Em. il Card. Gualtiero Bassetti, Vescovo di Perugia e Presidente della Conferenza Episcopale Italiana; Edi Cicchi, Assessore comunale alle politiche familiari che presenterà con la Dirigente Area servizi alla persona Roberta Migliarini il Piano del Comune durante l'emergenza Covid19; lo psicologo Filippo Mazzi, presidente del Centro Co.Me.Te; l’imprenditore Andrea Cruciani di TeamDev Srl e Agricolus Srl. Infine la testimonianza di due famiglie numerose perugine su come si è vissuta l’esperienza della pandemia in casa. Ci sarà anche uno spazio per domande e lettura dei messaggi Facebook.

L'iniziativa è promossa dall’Associazione Nazionale Famiglie Numerose e dalla Provincia Autonoma di Trento in collaborazione con la rete dei Comuni Amici della Famiglia, fra i quali rientra anche il capoluogo perugino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Va detto anche che l’Associazione famiglie Numerose in Umbria si sta strutturando con dei referenti in altre città della regione, perché altri comuni stanno iniziando il percorso per ricevere la certificazione di comuni virtuosi in termini di politiche familiari. Orvieto, Foligno, Spoleto, Città di Castello, Castiglione del Lago e Marsciano hanno ora le loro delegazioni che fanno da riferimento per portare avanti il progetto Comuni Family Friendly.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Aste giudiziarie, l'occasione per "rifarsi" l'auto: dall'audi Q2 praticamente nuova alla Mercedes a 50 euro

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • La Usl Umbria 1 vende 24 auto, come fare un'offerta per partecipare all'asta

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

Torna su
PerugiaToday è in caricamento