Attualità

INVIATO CITTADINO Trecchiodi: "Raddoppio Foligno-Fabriano, il progetto è mio"

Il colonello Trecchiodi: "Pretendo che la relazione dello studio comparativo sia messo a mia disposizione per eventuali osservazioni"

Raddoppio Foligno-Fabriano. Ma quali tecnici? Giù le mani da quel progetto… Parla il colonnello Alessio Trecchiodi che ne rivendica la primogenitura.

Risponde al servizio de “La Gazzetta di Foligno” (online) la cui URL recita “raddoppio-foligno-fabriano-entro-marzo-verdetto-sulla-variante”.

Nello specifico, leggiamo: “Attesa entro la fine del mese la relazione tecnica di RFI sulla variante al raddoppio Foligno-Fabriano, proposta per valorizzare l’aeroporto San Francesco con l’alta velocità. I tecnici – spiega l’assessore regionale Enrico Melasecche – riferiranno pro e contro dei due tracciati: quello tradizionale (Foligno – Valtopina – Nocera Umbra – Gualdo Tadino – Fossato di Vico) e quello alternativo (Assisi- Valfabbrica – Branca – Fossato di Vico). L’accelerazione al maxi progetto Orte- Falconara dopo il suo inserimento fra le Grandi opere previste dal Dl Semplificazione”.

Dice Trecchiodi

“Quali tecnici? Non scherziamo! Il progetto è del sottoscritto e pretendo che la relazione dello studio comparativo sia messo a mia disposizione per eventuali osservazioni!”

Precisa:

“Il sottoscritto ha già fatto fare lo studio comparativo a progettisti validissimi del settore, ottenendone la massima approvazione”

Perché?

“Perché il costo della variante, di 47 km, è inferiore al vecchio progetto Foligno-Nocera Umbra-Fabriano di 54 km. Inoltre, la tratta Perugia aeroporto-Foligno sarà in comune alla Foligno Terontola”.

Con quali benefici?

“Avremo automaticamente il raddoppio di 24 km della Foligno Terontola, utilissima per la metropolitana di superficie da Spoleto a Corciano (380.000 abitanti)”.

Altri vantaggi?

“La variante manterrà in esercizio la storica: Foligno-Valtopina-Nocera Umbra-Gualdo Tadino- Fossato di Vico. La variante attiverà un’altra direttrice che da Ancona proseguirà su Perugia-Terontola-Arezzo-Firenze-Pisa-Genova”.

Itinerario europeo?

“Esattamente. Sarà un itinerario europeo per treni merci dai porti della Puglia ai porti di Livorno, La Spezia, Genova, per proseguire nel Nord dell’Europa sul corridoio n° 24 Tirreno-Baltico”.

È facile da comprendere?

“Chiunque capirebbe di cosa si parla! Anche l’esercizio dei treni passeggeri verrà a beneficato, in quanto si uniranno i treni Perugia-Roma con i treni Ancona-Roma, con un risparmio di almeno 50.000 € al giorno!”.

Dell’aeroporto cosa ci dici?

“L'aeroporto è la ciliegina sulla torta, ossia lo step che verrà a completare questo poderoso assetto ferroviario”.

Insomma, prospettive più che rosee!

“Proprio così. Non scherziamo! Questo è un triangolo magico che realizzerà un assetto ferroviario di direttrici che, per importanza, verrà dopo l’Alta Velocità”.

Credi che Melasecche vorrà farti partecipe di queste proposte, riflessioni, valutazioni?

“Quando gli fu illustrato, l’assessore ci promise massima trasparenza. E che così sia!”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Trecchiodi: "Raddoppio Foligno-Fabriano, il progetto è mio"

PerugiaToday è in caricamento